I Sei Suoni Curativi: una tecnica per riequilibrare emozioni e corpo

suoni-curativi

Uno dei miei primi ricordi riguarda una sera d’estate. Avrò avuto due anni: ero in braccio a mia madre che mi cullava ballando sulle note della banda del paese in lontananza.

Lo senti il papà che ti suona la ninnananna?” mi diceva.

Sí perché sono nata dall’amore tra la maestra delle majorettes e il presidente sassofonista della banda del mio paese.
E per me quei suoni erano “la sinfonia della vita nella vibrazione dell’amore”.
Ancora oggi ascoltare la banda ha “un potere curativo per me”: non c’é emozione negativa che tenga, questi suoni, come per magia, mi riportano a quella sensazione di protezione, cura e amore che provavo da bambina.

L’organismo umano é costituito da una struttura fisica e dal suo corrispondente campo bioenergetico.
Questo campo é il risultato della trasformazione delle energie provenienti dall’alimentazione, dalla respirazione e dalla vita psichica.
Il campo bioenergetico compenetra i tessuti cellulari e avvolge la persona completamente, come in una nuvola di particelle bioelettriche in continuo movimento che generano frequenze sonore.

I conflitti emotivi, che tutti più o meno viviamo, ostacolano il libero fluire dell’energia e possono strutturarsi in blocchi energetici.
Le malattie sono un passo successivo alla formazione dei blocchi.
I blocchi energetici attirano sempre più energia su di loro, nutrendosi e crescendo a spese dell’energia circolante nell’organismo.

Quando il corpo s’indebolisce si abbassano le difese immunitarie e compare la malattia: il corpo somatizza i blocchi originati dai conflitti emotivi.

LEGGI ANCHE —> Il corpo grida quello che la bocca tace!

conflitti_spirituali_emozioni_organi_correlazioni

Il suono può intervenire sui blocchi e scioglierli per risonanza, come nel caso del cristallo che si frantuma quando riceve una potente onda sonora.
Secondo i taoisti la nostra energia può essere influenzata negativamente quando siamo sottoposti a periodi prolungati di stress, a ferite, ad ambienti non salutari, a posizioni scorrette, ad un trattamento che non é di nostro gradimento o ad abusi.
Quando la nostra energia positiva, associata con i nostri organi interni viene interrotta, si apre la porta alle emozioni negative che sono considerate come l’espressione malata delle nostre virtù naturali.

Quindi, in altre parole, gli organi funzionano come “porte” attraverso cui entrano le emozioni.

Per esempio, il cuore rivela le qualità positive del rispetto, dell’amore e della gioia, ma quando s’interrompe il flusso dell’energia positiva, tale organo diventa il punto d’ingresso per la crudeltà, l’odio, l’arroganza e l’impazienza.
Le emozioni negative non appartengono alla nostra vera natura poiché portano l’infelicità.
Nel tempo possono diventare croniche, portare malattie e persino la morte. Le virtù, invece, aiutano a sviluppare la felicità, la salute e la vita.

Le emozioni negative possono indebolire il sistema immunitario, privarci dell’energia e disperdere la forza vitale. Quando si manifestano ripetutamente e non vengono controllate, si trasformano in abitudini. Diventa allora sempre più facile provocare in noi collera, paura, preoccupazione, tristezza e impazienza.

rabbia

Ma come possiamo liberarci dalle emozioni negative, dai nostri atteggiamenti distruttivi e inutili sostituendoli con risposte positive, utili e affermative? Qual é la chiave per cambiare questo atteggiamento?

I Sei Suoni Curativi rappresentano una tecnica molto efficace per recuperare e conservare l’equilibrio delle emozioni e degli organi interni.
Quando il sistema termoregolatore di un organo non funziona più a causa dello stress o di altri fattori, gli organi tendono a surriscaldarsi. In questa condizione, possono insorgere emozioni negative ed altri problemi di salute collegati a questi organi.
I Sei Suoni Curativi ci aiutano a distinguere le diverse frequenze e i colori generati da ciascun organo, a raffreddarli e recuperare il loro equilibrio.
Le vibrazioni di suono e colore ci aiutano in questa operazione di “pulizia interna“.

sei-suoni-curativi

Il Suono dei Polmoni

La pratica del Suono dei Polmoni aiuta ad alleviare la tristezza, la depressione, il raffreddore, l’influenza, il mal di denti, l’asma e l’enfisema.

Posizione: seduto con la schiena diritta, porta le mani a livello delle costole fluttuanti, quelle che separano l’area addominale dal torace: qui si trovano i tuoi Polmoni. Visualizzali tristi, con le lacrime agli occhi.

Suono: inspira ed espirando pronuncia SSSSSSSS (la lingua dietro i denti in modo da sibilare) sottovoce, in modo da sentirlo appena.Visualizza e percepisci l’eccesso di calore, l’energia negativa, la tristezza, il dolore, la depressione e l’angoscia che vengono espulse insieme a questo suono.

Respira normalmente e visualizza i tuoi Polmoni che si colorano di un bianco lucente. Ad ogni respiro, cerca di percepire lo scambio di energia nuova e fresca che sostituisce quella troppo calda. Escono le emozioni negative (angoscia, tristezza, depressione) ed entrano coraggio e rettitudine. Ora i tuoi Polmoni sorridono!
Posso ripetere da 3 a 24 volte.

Il Suono dei Reni

La pratica del Suono dei Reni aiuta ad alleviare la paura, la stanchezza, le vertigini, il ronzio nelle orecchie e il mal di schiena.

Posizione: da seduto porta le mani a contatto con l’area dei lombi nella parte bassa della schiena: qui si trovano i tuoi Reni. Visualizzali spaventati, con gli occhi sbarrati.

Suono: inspira ed espirando pronuncia UUUUUUUU (come se soffiassi su una candela).
Immagina che il calore, la paura, e le energie umide e negative in eccesso vengano spinte fuori insieme a questo suono.

Respira normalmente e visualizza i tuoi Reni che si colorano di un bel blu cobalto. Ad ogni respiro, cerca di percepire lo scambio di energia nuova e fresca che sostituisce quella troppo calda. Esce la paura ed entra la mitezza. Ora i tuoi Reni sorridono!
Posso ripetere da 3 a 24 volte.

Il Suono del Fegato

La pratica del Suono del Fegato aiuta ad alleviare la rabbia, gli occhi arrossati o acquosi, per eliminare un sapore aspro o amaro e per disintossicare il Fegato.

Posizione: seduto con la schiena diritta, porta le mani sulla parte destra dell’addome, appena sotto alle costole: qui si trova il tuo Fegato. Visualizzalo arrabbiato.

Suono: inspira ed espirando pronuncia SHHHHHHH (come quando chiedi di fare silenzio).
Immagina che il calore e la rabbia escano insieme a questo suono.

Respira normalmente e visualizza il tuo Fegato che si colora di un bel verde smeraldo. Ad ogni respiro, cerca di percepire lo scambio di energia nuova e fresca che sostituisce quella troppo calda. Esce la rabbia ed entra la gentilezza. Ora il tuo Fegato sorride!
Posso ripetere da 3 a 24 volte.

Il Suono del Cuore

La pratica del Suono del Cuore aiuta a lenire il mal di gola, le infreddature, il gonfiore della lingua o delle gengive, l’instabilità emotiva e le malattie cardiache.

Posizione: seduto con la schiena diritta, porta le mani al centro del petto e poi spostati leggermente a sinistra: qui si trova il tuo cuore! Visualizzalo con l’espressione di chi non si sente amato.

Suono: inspira ed espirando pronuncia HAAAAAAA (con la bocca aperta e arrotondata come se volessi alitare su un vetro).
Immagina che il calore l’impazienza, l’astio, l’arroganza, la crudeltà fuoriescano insieme a questo suono.

Respira normalmente e visualizza il tuo Cuore avvolto dal colore rosso. Ad ogni respiro, cerca di percepire lo scambio di energia nuova e fresca che sostituisce quella troppo calda. Esce la paura di non essere amati ed entrano la gioia il senso dell’onore, la sincerità. Ora il tuo Cuore sorride!
Posso ripetere da 3 a 24 volte.

Il Suono della Milza

La pratica del Suono della Milza aiuta ad eliminare indigestione, nausea e diarrea.

Posizione: seduto con la schiena diritta, porta le mani nella parte sinistra dell’addome subito sotto il diaframma: qui si trova la tua Milza. Visualizzala preoccupata.

Suono: inspira ed espirando pronuncia HOOOOOOO (di gola, gutturale).
Immagina che il calore e la preoccupazione vengano espulsi insieme a questo suono.

Respira normalmente e visualizza la tua milza avvolta da un bel giallo brillante. Ad ogni respiro, cerca di percepire lo scambio di energia nuova e fresca che sostituisce quella troppo calda. Esce la preoccupazione ed entra la bontà. Ora la tua Milza sorride!
Posso ripetere da 3 a 24 volte.

Il suono del Triplo Scaldino

La pratica del Suono del Triplo Scaldino aiuta a combattere l’insonnia e lo stress.

Con il Triplo Scaldino si intendono i tre centri energetici del corpo umano: quello superiore (cervello, cuore e polmoni) é bollente; quello mediano (fegato, reni, stomaco, pancreas, milza) é caldo; quello inferiore (intestino crasso e tenue, vescica e apparato genito-urinario) é freddo.

Il suono “HEEEEEEE” equilibra la temperatura dei tre livelli portando energia bollente nel centro inferiore ed energia fredda in quello superiore.
Specificatamente, l’energia bollente si sposta dall’area del cuore a quella dell’apparato sessuale, mentre l’energia fredda dal basso ventre raggiunge la regione cardiaca.

Posizione: sdraiato sulla schiena con le braccia lungo i fianchi e i palmi delle mani rivolti verso l’alto. Con gli occhi chiusi immagina che il respiro sia un’onda che sale e scende. Inspirando gonfia la pancia, il petto e fai salire le clavicole: l’onda sale.

Suono: emetti sottovoce il suono “HEEEEEEE” espirando sgonfiandoti dall’alto verso il basso: l’onda scende.
La sensazione é quella di un grande rullo che passando sopra di te provoca l’uscita del tuo respiro mentre scorre dalla testa agli organi sessuali.

Dopo aver espirato completamente, concentrati su tutto il corpo.
Ripeti da 3 a 6 volte.

Chiara Benini

Bibliografia

Musico terapia“, Mario Corradini, Edizioni Mediterranee
Tao Yoga Chi Nei Tsang“, Mantak Chia e Maneewan Chia, Edizioni Mediterranee
“Tao Yoga dell’Energia Cosmica”, Mantak Chia e Maneewan Chia, Edizioni Mediterranee


Chiara Benini

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Chiara Benini il 05/06/2015
Categoria/e: Anteprima, Chicche di Yoga.

Chiara Benini, educatrice di Asilo Nido, insegnante di yoga, di pilates e di danza moderna per bambini. Quello che cerca di insegnare a tutti i suoi allievi è ad aprire il proprio cuore perchè quando il cuore è aperto tutti i luoghi sono "casa" e tutte le persone sono "amici". Su Eticamente cura la rubrica "Chicche di Yoga".

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655