Il catalogo Ikea è uno dei più diffusi al mondo. In Arabia però il colosso svedese ha dovuto fare una modifica: rimuovere digitalmente dalle pagine foto di bambine e donne.

Perchè lo ha fatto? Per motivi religiosi e culturali. Nella penisola araba, infatti, sono in vigore leggi severe che vietano di ritrarre donne con la pelle scoperta.

Il ministro svedese del Commercio Ewa Björling dichiara riguardo a questo accadimento: “Non si possono depennare le donne dalla società. È un altro triste esempio di come sia ancora lunga la strada verso la parità tra uomini e donne in Arabia Saudita”.

La portavoce dell’azienda svedese risponde: “la nostra società ha un codice etico molto chiaro e la parità tra uomo e donna è elemento fondante“. In un comunicato stampa dice di essere rammaricata ed aggiunge che “l’esclusione delle donne dalla versione saudita del catalogo è in conflitto con i valori del gruppo Ikea“. La scelta di rimuovere le immagini di donne e bambine dal catalogo arriva dalla holding saudita Inter Ikea.

E’ giusto seguire i propri fini commerciali pur violando i propri ideali?

 

Fonte: Corriere.it