New Age, Nuova Era, questo il significato letterale di questo movimento in espansione, sviluppatosi in Occidente verso la fine del 20esimo secolo. Il trait d’union delle diverse correnti spirituali che vi appartengono è la convinzione che l’umanità stia vivendo un profondo cambiamento, una nuova era, definita Età dell’Acquario. Come abbiamo visto in un precedente articolo, l’Età o Era dell’Acquario si caratterizza per il risveglio del cuore e delle capacità sovrasensibili, accompagnati da una consapevolezza tutta nuova, orientata al progresso e non più allo sfruttamento delle risorse ambientali e non.

Cenni storici

movimento-new-age

Di fatto l’espressione New Age inizia a diffondersi capillarmente a partire dagli anni 60′ per merito dei mass media, che la utilizzano per riferirsi a una serie di correnti di controcultura focalizzate sulla spiritualità e su concetti mutuati dalle religioni e tradizioni mistiche orientali. Ed ecco che intorno a quel periodo storico, ma ancor più a partire dagli anni 70′, un numero crescente di persone inizia a parlare (e praticare) la meditazione, lo Yoga, a interessarsi di medicina alternativa, pratiche olistiche, spiritualismo, cristalloterapia e via dicendo. Sebbene in ogni paese il movimento venga influenzato da eredità esoteriche (e non solo) diverse.

Pratiche che fino a poco tempo prima erano totalmente ignorate dalla maggioranza degli occidentali iniziano quindi a diffondersi un po’ ovunque. Molti di coloro che criticano la new age, sostengono che il movimento abbia contribuito a commercializzare in modo superficiale la spiritualità che, di fatto, richiede un approccio esistenziale improntato alla serietà e alla sincerità di intenti. Ebbene, anche se questo è in parte vero, non possiamo negare alla new age il merito di aver contribuito a diffondere tali conoscenze a un ampio pubblico. Sta a ognuno di noi decidere se approfondire, e risvegliare la consapevolezza in modo autentico, o se limitarci a immagazzinare informazioni superficiali. In tal senso Internet è altrettanto insidioso perché è difficile concentrare in poche righe insegnamenti che richiederebbero studi lunghissimi. Ma anche in questo caso, a fare la differenza è la persona. Il mio consiglio è di utilizzare le informazioni come spunti di riflessione, da cui partire, se lo si ritiene opportuno, per eventuali approfondimenti.

Concetti base del Movimento New Age

new-age
Secondo il Movimento New Age ogni individuo è di origine divina, sebbene non si intenda Dio nel senso religioso. E ogni individuo, in quanto tale, deve cercare il risveglio spirituale per tornare in contatto con la propria anima. Questo è possibile attraverso un percorso interiore che si basa sul risveglio dell’intuito. Angeli, guru, animali guida e altre figure a seconda della tradizione di riferimento, possono prestarci aiuto inviandoci messaggi e segnali. Altra caratteristica comune di chi crede nella new age è la convinzione che il mondo, allo stato attuale, sia alle soglie di un cambiamento spirituale importantissimo che permetterà, sempre che vi si acceda, di risvegliare poteri inespressi e una nuova, più ampia, consapevolezza su tutti i livelli. I progressi spirituali determineranno mutamenti di tipo materiale, che riguarderanno addirittura il corpo fisico.

Per quanto riguarda gli aderenti al movimento, vi appartengono personalità di tutti gli strati sociali. Ovviamente, la new age contempla anche l’esistenza di altre dimensioni e di esseri extraterrestri. Ma è bene specificarlo, si tratta di un movimento estremamente eterogeneo, che include praticanti di tradizioni diverse, seppure accomunati dalla fede nel trascendente e nell’esistenza di un universo in cui ogni cosa è interconnessa. Dio, in tale ottica, non è altro che l’energia che permea tutto. Per quanto concerne la mente umana, essa ha potenzialità enormi, molte delle quali ignote, ma tali da essere in grado di modificare concretamente la realtà. Ovviamente la morte non è intesa come fine ma come passaggio a un’altra dimensione. E per quanto riguarda la vita ultraterrena, essa non comporta punizioni, inferni e altre cose terribili, ma al massimo una fase di insegnamento per comprendere ciò che non ha funzionato nel percorso terreno. Infine la scienza non rappresenta una nemica, anzi. L’obiettivo è riuscire a far collaborare armoniosamente scienza e spiritualità.

Principi e Idee chiave della New Age

new_age_big

Di seguito un breve riepilogo dei principi e delle idee chiave della New Age:

1. L’uomo è un Dio in divenire, possiede infatti tutte le risorse interiori per accedere al massimo potenziale e vivere felicemente.

2. Il Cosmo è eterno, vivente e cosciente.

3. Dio è il Tutto. Anche lo spirito che è in noi, in tale ottica, è divino.

4. L’essere umano è dotato di poteri extrasensoriali che aspettano di essere risvegliati.

5. Tutta l’umanità è interconnessa e partecipa di un’unica energia.

6. La mente umana crea la realtà.

7. Scienza e spiritualità possono collaborare. Difatti l’intuito può allearsi con la ragione per indagare la realtà.

8. I dogmi e l’intolleranza religiosa ostacolano il cammino di consapevolezza.

9. E’ possibile contattare il divino senza intermediari.

10. E’ fondamentale recuperare le immagini divine femminili, rimosse dalla cultura patriarcale.

11. Non si esclude l’esistenza di antiche civiltà come Atlantide e Lemuria.

12. Meditazione, Yoga e altre pratiche spirituali aiutano a comprendere l’Universo e vanno quindi praticate.

13. La morte non è la fine di tutto ma un passaggio a un’altra dimensione, in cui non vigono punizioni infernali.

14. La legge di causa ed effetto è valida ma non va necessariamente interpretata alla lettera.

15. Il caso non esiste.

16. La reincarnazione esiste ma non può essere, al momento attuale, spiegata in modo esaustivo.

17. Il nostro obiettivo comune è imparare ad amarci e ad amare tutto ciò che ci circonda, scoprendo che il divino si cela in ogni cosa.

Laura De Rosa

www.yinyangtherapy.it