Cop21: ecco come Eni difende l’ambiente

L’ambiente sta lanciando messaggi di allarme, soprattutto per quanto riguarda il clima.

Proprio per questo motivo dal 30 novembre al 12 dicembre 2015 si è tenuto a Parigi la Cop21, l’accordo sul clima.

L’amministratore Delegato di Eni, Claudio Descalzi, il 29 novembre ha rilasciato un’intervista al Sole 24 Ore descrivendo una situazione mondiale non adatta ad affrontare le tematiche ambientali relative al clima: se infatti l’Europa vuole davvero agire per ristabilire un clima più sano deve scegliere un modello low carbon, cioè un sistema globale di produzione e consumi a basso contenuto di carbonio, riducendo al minimo le emissioni di CO2 nell’atmosfera terrestre.

eni2-500x264

Per poter attuare ciò è necessario individuare al più presto delle strategie finalizzate a sostituire in modo graduale i sistemi di produzione ad alto contenuto di carbonio con quelle più pulite e rispettose dell’ambiente. L’Unione Europea può fare molto in questo senso: è previsto che nel 2020 sarà l’unico paese industrializzato ad aver tagliato del 20% le sue emissioni di C02. Un dato importante ma che da solo ben poco può fare: le emissioni europee risultano essere solo il 10% delle emissioni mondiali. Ci deve per forza essere un’azione globale per poter risanare il clima.

Eni è pronta a rispondere alle sfide emerse dalla COP21 scommettendo sul potenziale del gas. Secondo l’azienda, infatti, il gas naturale può agire insieme alle rinnovabili per soddisfare il fabbisogno energetico mondiale e rappresenta inoltre una soluzione più sostenibile rispetto al carbone. Un esempio concreto a conferma di ciò ci viene dal Regno Unito dove, utilizzando le energie rinnovabili e il gas, l’inquinamento è stato notevolmente ridotto.

Proprio in seguito a questi dati incoraggianti Eni continua ad investire nella catena del gas naturale, che al momento rappresenta il 50% del suo portafoglio.

Descalzi invita dunque ad una condivisione mondiale di queste strategie e alla loro attuazione urgente. È necessario cambiare politica, rinnovarsi, cercare strade più green e sostenibili. Eni crede in questa battaglia e sta cercando in tutti i modi di agire per il bene dell’ambiente: speriamo che venga presa come esempio da realtà sempre più grandi per riuscire davvero a risanare questa ferita ambientale.

Redazione EticaMente.net

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Redazione EticaMente.net il 28/01/2016
Categoria/e: Notizie.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2018 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655