E’ accaduto nella rinomata American University di Washington: la professoressa di antropologia ha portato il primo giorno di lezione sua figlia ammalata. E quando la piccola ha iniziato a piangere la donna le ha offerto serenamente il seno.

Questa sua azione ha suscitato scalpore tra i suoi alunni e la notizia si è diffusa rapidamente nel mondo facendo risvegliare nuovamente il dibattito sulla naturalità o meno dell’allattamento al seno e per di più al lavoro.

Questa donna dovrebbe essere, a mio avviso, ammirata e non bersagliata di commenti e pregiudizi: ha cercato di far conciliare lavoro e ruolo genitoriale ed il suo gesto naturale e senza nessun altro fine se non l’accudimento della figlia dovrebbe essere preso d’esempio.

Certo, dover sostenere una lezione universitaria con una bambina non è il massimo e forse è questo fatto che avrebbe dovuto esser preso in considerazione e criticato. Non certamente l’atto d’amore dell’allattamento materno!

Ma si sa, la nostra cultura è davvero superficiale sotto molti punti di vista… sicuramente gli studenti di questa docente hanno imparato una lezione di vita davvero memorabile!

 

Fonte: Ansa.it