Amazzonia, la deforestazione causa cambiamenti climatici

Si sa che a forza di abbattere alberi in Ammazzonia, la concentrazione di CO2 sulla terra aumenta, perchè non ci sono più le piante ad assorbirla, ma quello che preoccupa ulteriormente è che grazie a questa pratica scriteriata sembra che ci siano anche gravi ripercussioni sulle precipitazioni, che sono ridotte sensibilmente non solo in Amazzonia ma anche a centinaia di chilometri di distanza.

I ricercatori dell’Università di Leeds e del Centro NERC for Ecology & Hydrology, hanno scoperto che l’aria che passa sulle foreste tropicali è in grado di produrre più del doppio della pioggia dell’aria che passa su una bassa vegetazione. Perciò variazioni nell’assetto della vegetazione possono provocare cambiamenti climatici anche a centinaia di chilometri di distanza.

Questa ricerca è stata pubblicata su Nature e sostiene che le piogge in tutto il bacino amazzonico potrebbero ridursi del 21 per cento nella stagione secca, entro il 2050, se la deforestazione continua come ora.

L’autore dello studio, il  dottor Dominick Spracklen, dell’Università di Leeds ha detto: “Siamo stati sorpresi di trovare che questo effetto si verifichi con evidenza in più della metà dei tropici.”

“Il nostro studio implica che la deforestazione dell’Amazzonia e delle foreste del Congo potrebbe avere conseguenze catastrofiche per le persone che vivono a migliaia di chilometri di distanza nei paesi circostanti.”

Era già supposto che ci fosse una relazione tra la deforestazione e le piogge, ma non era mai stato studiato a fondo e non si sapeva quanto le foreste pluviali influenzassero gli eventi climatici.

Per studiare questo argomento gli scienziati hanno utilizzato le osservazioni satellitari della NASA di pioggia e vegetazione, incrociandoli con modelli previsionali dei flussi del vento, per esplorare l’impatto delle foreste tropicali della Terra.

Una stretta relazione tra vento e vegetazione  ha fatto scoprire ai ricercatori che più vento passa tra gli alberi, più acqua si forma per le piogge.

Il dottor Stephen Arnold dell’Università di Leeds, un co-autore dello studio , ha affermato che: “Le osservazioni mostrano che per capire che impatto abbia la pioggia sulle foreste, abbiamo bisogno di spiegare come l’aria abbia interagito con la vegetazione durante il suo viaggio attraverso l’atmosfera . Ciò ha implicazioni significative su come  i politici dovrebbero prendere in considerazione l’impatto ambientale della deforestazione, in quanto i suoi effetti sul regime pluviometrico possono essere avvertiti non solo a livello locale, ma su scala continentale. ”

Spracklen sostiene che i risultati hanno mostrato l’importanza delle iniziative per proteggere le foreste tropicali: “Il Brasile ha recentemente compiuto progressi nel rallentare i tassi storicamente elevati di deforestazione in Amazzonia e il nostro studio sottolinea che questo progresso deve essere mantenuto se si vogliono evitare gli impatti sulle precipitazioni. La foresta amazzonica garantisce precipitazioni importanti nelle regioni agricole del Sud del Brasile, preservando le foreste del Bacino del Congo e aumentando le precipitazioni nelle regioni del Sud Africa dove la pioggia è importante per l’agricoltura . Una maggiore siccità in queste regioni potrebbe avere importanti implicazioni sull’ agricoltura di sussistenza. “

Le precipitazioni sono fondamentali per queste zone terrestri se venissero a mancare si potrebbe incorrere in disastri climatici senza precedenti. Diventa sempre più importante il riciclare, il non sprecare anche un semplice foglio di carta. Dobbiamo provare a salvare la terra è l’unica che abbiamo e la stiamo sfruttando senza ritegno, le risorse devono avere il tempo di riformarsi e noi, per ora, non gli diamo scampo. Leggi anche “La terra è in rosso”

Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici? Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

Potete memorizzare il nostro sito per averlo sempre a portata di mano e non perdervi mai una novità cliccando QUI e poi su aggiungi ai preferiti del vostro browser

Se avete trovato l’articolo interessante e in qualche modo utile cliccate su “mi piace” per diventare Fan e e condividete con gli amici attraverso il vostro social preferito (trovate le icone in fondo alla pagina)!

 

 

Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 07/09/2012
Categoria/e: Ambiente, Primo piano.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655