Ecco come trasformare l’energia sessuale in creatività grazie al Tantra

Qual è secondo voi l’energia più potente della vostra vita? Qual è l’energia più forte e più intima e allo stesso tempo la più sconosciuta nella vita di tutti noi? Forse il sesso o forse l’amore?

Sto parlando dell’energia sessuale che non è né uno né l’altro, però si può manifestare come sesso e come amore.
Ci trascina nella vita, ci spinge a danzare: la danza della gioia, della passione e dell’allegria, dell’arricchimento e della potenza, ma anche della guerra, dello sfruttamento e della distruzione. L’energia sessuale ci fa innamorare, ci rende confusi, bugiardi, dubbiosi, ci fa diventare esperti, maturi, amorevoli e saggi.

La sua funzione biologica è quella di produrre nuova vita, ma come possiamo usare questa straordinaria forza motrice?
In primo luogo dobbiamo imparare a conoscerla e poi dobbiamo farne esperienza diretta, così come essa è.

tantra1

Grazie al Tantra possiamo conoscere l’energia sessuale, imparare a sperimentarla e a trasformarla in creatività, longevità, chiarezza e amore.
Il termine sanscrito “Tantra” significa “libro”, “strumento” o anche “tela”. Questo antichissimo termine, nel senso più profondo della parola, sta a designare una dottrina arcaica, composta da un insieme di regole ed atti tutti volti all’unico obiettivo della Realizzazione Interiore.

Il Tantra é lo yoga dell’Equilibrio Cosmico, dell’Unione Universale. È il sentiero della potenza, rivolta ai fini evolutivi più alti. Il Tantra prende in considerazione, come mezzo di raggiungimento dell’obiettivo estatico, l’aspetto duale dell’Universo compresa la materia, per sublimarlo e trascenderlo, trasformandolo nell’Unità Cosmica. Grazie a questo concetto dello Yoga tantrico viene a formarsi una meravigliosa sintesi ed intesa tra la materia e lo spirito.

Dice Osho: “Il fiore di loto é generato e nutrito dal fango, ma é sostanzialmente diverso dal fango. E il fango va dunque rispettato, altrimenti tutti i fiori di loto scomparirebbero. Allo stesso modo é vero che il sesso è una palude, ma la devi affrontare, devi tuffarti nella sua acqua fangosa se vuoi riemergere per poi fiorire come un fior di loto. Perché il fior di loto è il frutto di una metamorfosi, di una mutazione”.

Tantra-loto

Nel Tantra Yoga anche il concetto del sesso viene evidenziato ed utilizzato a scopo evolutivo. Infatti nell’unione sessuale, abbinata alla ripetizione di alcuni importanti Mantra e preceduta da tutto un rituale di azioni e di meditazione che ha lo specifico scopo di risvegliare e purificare tutte le varie forme energetiche nell’individuo, avviene l’unione cosmica e tutto ciò che rappresenta il duale diventa “Uno”.
Attraverso l’esercizio si impara che per poter sentire l’energia sessuale e per poter amare il proprio partner in modo intenso ed appagante bisogna essere vigili, consapevoli e presenti.

Patanjali insegna che dal chakra di base fino al chakra della corona è la medesima energia che si muove mutando incessantemente forma, e a ogni chakra dona una nuova visione, una nuova potenzialità, una nuova fioritura di petali sempre più belli e numerosi. Nel chakra di base c’è un fior di loto composto da quattro petali, nel chakra della corona il medesimo fiore è composto da 1000 petali, ed è come se infiniti soli e infinite lune s’incontrassero, si unissero in una splendida comunione, in una sintesi di energia.

Nell’unione cosmica tantrica sessuale i due partner diventano un solo corpo, un solo individuo, nel quale incominciano a scorrere le varie energie che tendono a risvegliare i Chakra e le Nadi.

tantra-amore

“Trovare l’anima gemella significa trovare la persona con cui tutti i tuoi sette centri s’incontrano naturalmente. Questo è impossibile.
Per questo è stato creato il Tantra. Il Tantra ha un’approccio scientifico. Il Tantra è alchimia; può trasformare i tuoi centri, quelli dell’altro, può creare un ritmo e armonia tra te ed il tuo amato. Questa è la bellezza del Tantra, è come portare l’elettricità nella tua casa. Puoi accenderla o spegnerla ogni volta che vuoi. Ne puoi fare migliaia di usi, può rendere la tua stanza più fresca o più calda e questo è un miracolo.
Nel tuo corpo, esiste una sottile corrente elettrica, molto sottile. Ma più è sottile, più va in profondità. Non è molto visibile. Gli scienziati dicono che tutta l’elettricità che è nel tuo corpo, se messa insieme, può essere usata per accendere cinque lampadine. Non è molto.
Quantitativamente non è molto, quantitativamente l’atomo non è molto, ma qualitativamente… se esplode, ha un’energia tremenda.
Questi sette centri, questi sette chakras di cui lo Yoga e il Tantra hanno parlato nel corso dei secoli, non sono altro che sette nodi nella corrente elettrica del tuo corpo. Possono essere cambiati; possono essere riorganizzati. Gli si può dare una nuova forma.
Due amanti possono essere trasformati così profondamente che tutti i loro sette chakra possono iniziare ad incontrarsi.
Tantra è la scienza che trasforma dei semplici amanti in anime gemelle. E questa è la grandezza del Tantra. Può trasformare l’intera terra; può trasformare ogni coppia in anime gemelle” (Osho, Philosophia Perennis, Vol. 1, Talk #8).

Ecco una meditazione tantrica tutta da provare…

Meditazione tantrica: scuotersi nell’abbraccio sessuale

tantra

Questa meditazione è tratta dal Vigyan Bhairav Tantra.
Shiva dá queste indicazioni alla sua consorte, Devi: “Quando in tale abbraccio i tuoi sensi si scuotono come foglie, entra in questo abbraccio.”

Entrate nel vostro “tempio” insieme al vostro partner e create un’atmosfera sensuale con musica, luci e incenso. Per questo esercizio é importante che abbiate molto tempo a disposizione e che nessuno vi disturbi. Quando vi sentite entrambi pronti, date inizio ai preliminari del fare l’amore, lasciando che l’energia sessuale si smuova. Potete stringervi in un profondo abbraccio sessuale o stare semplicemente abbracciati senza penetrazione. Portate l’energia a un culmine, ma restando rilassati senza concentrarvi su alcun obiettivo. Può essere d’aiuto un atteggiamento giocoso perchè favorisce il rilassamento. In questo stato di eccitazione sessuale e rilassamento allo stesso tempo, sintonizzatevi con i vostri corpi. Sentite cosa hanno voglia di fare e permettete loro di muoversi, dimenarsi, avvolgersi l’uno intorno all’altro, danzare insieme o scuotersi insieme.

Immaginate di essere due alberi scossi dal vento. Nei fatti, il sesso é come un forte vento. È un’energia molto potente che agita tutte le cellule del corpo e attiva due circuiti bioelettrici inondandoli di energia. Siate spontanei. Piuttosto che concentrare l’attenzione sull’area sessuale lasciate che le sensazioni sessuali si diffondano in tutto il corpo. Se sentite che le gambe hanno bisogno di scuotersi, lasciate che si scuotano. Non permettete alla mente di tenervi separati dall’esperienza rendendovi osservatori. Fondetevi più possibile con le sensazioni del vostro corpo. Va bene di tanto in tanto fare delle pause, fermarsi per un po’, per poi seguire un nuovo impulso. Dopo un po’, scoprirete che livello di passione e intensità si conserva da sé, senza bisogno di continuare a crearlo. Tutto il corpo si sentirà presto più sensuale, più vivo. Comincerà a vibrare. Ascoltate queste vibrazioni, collaborate con esse, fate attenzione a qualsiasi sensazione sottile stiate provando, fondetevi e fluite con essa. Non sono solo le sensazioni fisiche ad essere importanti, per quanto inizialmente esse saranno al centro dell’attenzione.

tantra4

Shiva parlava di “sensi” e quindi potete includere sapori, odori, suoni e immagini.
Lasciate che tutti i sensi siano coinvolti nel fare l’amore. Ubriacatevi con i vostri stessi sensi ed entrate sempre più profondamente in questo stato di ebbrezza. Siate attenti al vostro partner, ma restate sintonizzati sulle vostre sensazioni. Siete in uno stato di profonda comunione e tuttavia siete concentrati soprattutto sul vostro corpo. Paradossalmente, nel focalizzarsi sulle vostre stesse sensazioni, comincerete a sentire che i corpi coinvolti non sono due, ma un unico organismo. Comincerete a sciogliervi e a fluire l’uno con l’altro. Questo è uno stato di comunione tantrica in cui la dualità si annulla e si trova l’unicità.

Chiara Benini

Bibliografia
“Yoga”, Giorgio Furlan, Edizioni Mediterranee
“Il sesto tibetano”, Christian Salvesen, Edizioni Mediterranee
“Segreti e misteri dell’eros”, Osho, Feltrinelli Editore
“Tantra, Radha” C. Luglio, Nuovi Equilibri Edizioni

Chiara Benini

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Chiara Benini il 29/09/2015
Categoria/e: Anteprima, Chicche di Yoga.

Chiara Benini, educatrice di Asilo Nido, insegnante di yoga, di pilates e di danza moderna per bambini. Quello che cerca di insegnare a tutti i suoi allievi è ad aprire il proprio cuore perchè quando il cuore è aperto tutti i luoghi sono "casa" e tutte le persone sono "amici". Su Eticamente cura la rubrica "Chicche di Yoga".

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail

SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2018 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655