Ricette di Ottobre. L’autunno è arrivato, con il suo clima strano e la voglia di stare a casa, ecco le sue ricette!

Per un mese di mezzo ci vuole una cucina di mezzo, e allora diamo il benvenuto a 3 ricette di fusion, ricche di spezie e veloci da preparare, perché non è il tempo che si impiega per cucinare che fa la differenza, ma la cura che si mette in ciò che si fa, la materia prima e la lunga e interminabile storia d’amore che lega l’uomo al cibo.

1- Panzanella rivista, con lime e peperoncino verde

313565993_b185585611

Questa ricetta prende spunto dalla panzanella, ma la trasforma in un piatto fresco e speziato, che unisce la tradizione mediterranea all’uso orientale delle spezie.

Ingredienti: friselle integrali o di grano duro (si consideri una frisella ogni due persone), olio extravergine di oliva, ceci, pomodorini, 1 lime o cedro o limone di Amalfi, 1 peperoncino verde fresco, semi di coriandolo, cipolla rossa, sale, pepe.

Preparazione: sistemare le friselle in un terrina e ricoprirle d’acqua per qualche minuto, poi iniziare a lavorarle con le mani fino a sbriciolarle (devono avere una consistenza media, adatta ad essere mangiata con il cucchiaio, come se fosse una zuppa fredda). Strizzarle bene fino ad eliminare tutta l’acqua in eccesso, adagiarle in una grossa ciotola poi aggiungere olio e sale e lasciarle insaporire.

Nel frattempo preparate un condimento con la cipolla tagliata sottile, i pomodorini tagliati a spicchi, i ceci lessati e scolati bene, del lime o limone d’amalfi o cedro tagliato a fettine sottilissime e della scorza grattugiata, il pepe,il peperoncino verde fresco tagliato a rondelline,  i semi di coriandolo precedentemente pestati nel mortaio e un filo d’olio. Aggiungete il condimento alla “zuppa” di friselle e amalgamate in modo che si insaporisca il tutto. Servite in una ciotola come se fosse una zuppa fredda e decorate con scorza di limone.

2) Cous cous con coriandolo e pepe di sichuan

ricette-cous-cous-freddo

Questa è una ricetta davvero veloce con cui risolvere un pranzo dell’ultimo momento o un’aperitivo prima di una cena speciale.

Ingredienti: Cous cous (va bene anche quello già pronto), pomodorini secchi, pepe di sichuan, zenzero fresco, fagioli borlotti (anche precotti, possibilmente in vetro e non in latta), 2 zucchine, sale, paprika dolce, anacardi.

Preparazione: reidratate il cous cous (circa mezza tazza a commensale), nel frattempo preparate un condimento con pomodorini secchi (uno a commensale) tagliati a listarelle, le zucchine tagliate a dadini e precedentemente lessate con un pizzico si sale, i fagioli prelessati o preparati la sera prima, un pizzico di sale, lo zenzero fresco grattugiato, una punta di cucchiaino di paprika, e degli anacardi interi. Aggiungere tutto al cous cous che è stato reidratato e sgranato e servire decorando con pepe di sichuan.

3- Strudel con mele e cannella

Strudel-Visegrad-V4

E infine un classico, o quasi!

Ingredienti: 350 g di farina 00, 100 g di zucchero di canna, 20 g di lievito di birra fresco, latte q.b (vaccino o di mandorla), 1 uovo, 60 g di burro o burro chiarificato (in questo caso ne basterà meno) o margarina vegetale, olio di oliva, sale. Per il ripieno:100 g di semi di papavero, 60 g di burro, cannella, 100 g di uvetta, 80 g di zucchero

Preparazione: setacciate la farina con una presa di sale e lo zucchero in una terrina. Sciogliete il lievito in 1,2 dl di latte, vegetale o no, tiepido (che avrete prima insaporito con la stecca di cannella) e versatelo nella farina, mescolando. Aggiungete l’uovo leggermente sbattuto e il burro fuso. Trasferite la pasta sulla spianatoia infarinata e lavoratela con forza per 10 minuti, fino a quando sarà perfettamente elastica. Formate una palla e fatela lievitare per un’ora. Mettete a bagno per 15 minuti i semi di papavero coperti di acqua calda, quindi scolateli. Fondete il burro e unite i semi di papavero e cuoceteli a fuoco dolce per 2 minuti.

Aggiungete l’uvetta, precedentemente ammollata e ben strizzata e lo zucchero. Mescolate bene, togliete dal fuoco e fate raffreddare. Stendete la pasta sulla spianatoia in una sfoglia non troppo sottile, formando un rettangolo; distribuite sopra in modo uniforme il ripieno, lasciando libero il bordo esterno, poi arrotolatela nel senso della lunghezza; premete bene le estremità e i bordi. Disponetelo sulla placca unta, bagnatelo con poco latte e fatelo cuocere in forno a 180 °C per 50 minuti, finché sarà ben dorato. Sfornatelo e fate raffreddare prima di servire.

Giordana Pagliarani