A Londra sono iniziate le Paralimpiadi.

Se le Olimpiadi hanno fatto sognare, le Paralimpiadi hanno in più anche un insegnamento di vita: tutto è possibile se esiste volontà, coraggio e costanza.

Oggi vogliamo parlarvi di Marco Innocenti, tennista di 40 anni. E’ su una carrozzina da 23 anni, gambe paralizzate e difficoltà motorie ad un braccio. Tutto a causa di un incidente. Lui stesso racconta: “Io in motorino, di la’ una macchina: era il 1989, avevo 17 anni, ci volai sopra, mi si sbriciolarono le ossa e divenni tetraplegico”.

Una tragedia che ha cambiato la vita di Marco. Ma la sua determinazione ha vinto l’immobilità mentale e fisica e lo ha portato in alto: è il numero uno in Italia e decimo a livello mondiale.

Fino ad ora ha partecipato a cinque campionati mondiali, ha raggiunto risultati da vero fuori classe. Ed ora si trova a Londra e potrebbe vincere una medaglia.

La sua vita non è stata facile ma ha affrontato le tante difficoltà a testa alta. Vederlo giocare è uno spettacolo, la sua precisione nel tiro affascina.

E allora buona Paralimpiade Marco: tiferemo tutti per te!

 

Fonte: http://www.lanazione.it