Divisori e separè: 5 idee fai da te

Divisori e separè, una moda che si perde nella notte dei tempi quando in Oriente rimpiazzavano le pareti, originariamente fatti con ante di carta. Piacquero a tal punto da conquistare anche l’altra fetta di mondo, qui da noi arrivarono in epoca medievale per poi guadagnarsi definitiva fama nel Settecento in terra francese. Ed è lì che iniziarono a impreziosirsi di ricami, decorazioni, intagli raffinati.

Ad oggi continuano a popolare le nostre dimore, grandi e piccole, dividendo gli spazi per ricavarne di nuovi o semplicemente impiegati a scopo decorativo. Il mercato propone modelli per tutte le esigenze, a vista o a schermatura completa, mobili o fissi, mentre il fai da te li rivisita, o li reinventa, attingendo ai materiali poveri. Ecco 5 idee fai da te da cui trarre spunto per dividere i tuoi spazi con stile, a budget ridotto.

1) Corde

separè-fai-da-te
Utilizza le corde per creare separè economici, adatti a contesti rustici come industriali, purché il soffitto non sia troppo alto. Le corde, di spessore variabile a seconda dell’effetto desiderato, vanno tese verticalmente, legate a due supporti in legno. E’ un separè fai da te piuttosto semplice da realizzare, ideale per chi non vuole rinunciare alla luce.

2) Cassette della frutta

cassette-di-legno-separè
Disposte le une sopra (e accanto) le altre a formare una finta-scala fungono da separè in legno multitasking: non solo dividono ma accolgono libri, riviste, decorazioni. Al naturale, dopo la fase di levigatura a mano, le cassette della frutta riciclate si inseriscono in contesti scandinavi, rustici, country o industriali. Dipinte di bianco e levigate per simulare l’effetto vissuto strizzano l’occhio ai contesti shabby chic.

3) Bancali di legno

divisori-pallet1

I pallet riciclati sono davvero versatili prestandosi a mille interpretazioni creative, inclusi i divisori fai da te. Come procedere? Procuratene 2 o 4, a seconda delle dimensioni e dell’altezza del tuo divisorio legno, fissali gli uni sopra (e accanto) gli altri con viti e avvitatore, avvalendoti di qualche cerniera nel mezzo, che ti permetterà di aprire e richiudere comodamente il mobile. Come per le cassette di legno, puoi lasciarli al naturale o dipingerli con vernici apposite, dopo averli preventivamente levigati con carta vetrata. Il vantaggio dei pallet è che lasciano filtrare la luce permettendole di diffondersi in tutte le stanze.

4) Porte

porte-separe
Le vecchie porte riciclate, più di ogni altro elemento d’arredo, si prestano a questo tipo di restyling. Procuratene due o tre, ripuliscile e levigale, eventualmente dipingile, quindi uniscile avvitando le apposite cerniere lungo i lati più lunghi. Allineale perfettamente e disponile in soggiorno, più o meno piegate, a seconda delle esigenze.

5) Finestre

finestre-usate1
Hai mai pensato di riutilizzare le finestre sospendendole al soffitto per creare divisori ambienti fai da te ad alto effetto scenografico? Appendile con ganci e catenelle adatte allo scopo, non improvvisare, la scelta in questo caso dovrà ricadere su modelli in grado di sostenere il peso delle finestre. Puoi addirittura creare una composizione di finestre unendole tra loro, soluzione ideale se vivi in un loft o in un ambiente dal soffitto particolarmente elevato. Ovviamente andranno rimossi i vetri, utilizza solo l’intelaiatura.

Laura De Rosa

www.laforestaincantatadesign.com

Laura De Rosa

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Laura De Rosa il 23/06/2015
Categoria/e: Idee di riciclo, Primo piano.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2018 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655