Quando un amore finisce: 3 consigli per ritornare a sorridere

amore-finisce

La vita impone circostanze e situazioni da risolvere, a volte tragiche, a volte trionfanti. A volte si evolvono in positivo altre in negativo. Ed ognuno di noi, sempre, se l’è cavata con le proprie forze. Nonostante le nostre scelte, una cosa ci accomuna con il resto del mondo. Tutti sappiamo cos’è soffrire per un amore.

Ora che la tua storia è finita, dentro di te hai solo pensieri, paure… macerie. Provi una mancanza, ti viene amputata una metà che era più di una parte, più di una semplice somma. Assodato che non esiste alcuna formula magica o bacchetta stregata per bloccare questa sofferenza, non devi fermare la tua esistenza e la tua vita. La fine di un amore e il percorso di risalita è cosa difficile, ma non impossibile.

Prima regola, non dimenticare di amarti, sempre, e come prima cosa.
Quando vivi un abbandono, è fondamentale reinvestire su te stesso. Lascia che il mondo attorno continui a funzionare, non escluderti, lascia scorrere la vita di cui fai parte.

Seconda regola in questo momento delicato è non abbattersi. Tu sei la risorsa più importante per te, la risorsa che ti permette di comprendere, resistere e ripartire. Utilizza le dimensioni che sono connesse alla tua realtà come boa a cui aggrapparti, quindi non cambiare le tue abitudini, vivi il tuo quotidiano, investi nelle amicizie,non posticipare gli impegni. Ricorda, i pensieri che ti tormentano, che ti inducono dolore, che ti destabilizzano, provengono dalla tua mente e sono legati alle tue convinzioni sull’amore, su di te e su chi ti ha lasciato. Non tutte queste convinzioni sono vere, non sono tutte fondate. Per amare te stesso devi metterti in discussione.

Come-dimenticare-un-amore

Chi ama spesso si annulla nella persona amata, perdendo la propria identità, sfumando e soffocando le proprie potenzialità personali. Pertanto quando vieni lasciato/a si attiva una reazione a catena, in cui devi iniziare a rinascere come singolo individuo speciale.

Oggi devi ricominciare da te.

3 Consigli utili

1 TEMPO. Impara a prendere il tempo di cui necessiti e a utilizzarlo per ripartire da questo momento doloroso e negativo. Non serve che nascondi il desiderio e la voglia di escluderti da tutto, da tutti. I ricordi non si cancellano ma è tua la decisione di attribuirgli peso e importanza nel tuo presente. Imparare a prendersi del tempo include avere un tempo fisiologico di recupero, per accettare l’accaduto e rielaborare il dolore.

2 SFOGARE. Non fare l’errore di cedere alla tentazione di sfogare il dolore verso la persona persa o verso te stesso/a. Il mondo ha tante opportunità e i tuoi occhi, il tuo cuore, devono allenarsi a visualizzare ciò di cui hanno bisogno. Pertanto gestisci le energie canalizzando la rabbia e il risentimento verso altri ambiti: te stessa, fisico, hobby, cultura, lavoro, amicizie, etc.

3 AMATI. Ricorda che se non ti ami, come puoi amare un’altra persona? Ora l’accaduto sembra una scalata immane, dove ti sei ritrovato senza via di ritorno. Ma dopo la montagna ci sarà un sentiero incantato e nuovo, che ti riconduce alla vita.

amarsi

Un vecchio saggio, una volta, mi disse che il dolore è amico; potrebbe divenire un amico traditore quando la tua mente se ne appropria trasformandolo in sofferenza mentale, altrimenti dovremmo sempre usarlo per ripartire. Dobbiamo comprendere come il dolore, da cui l’uomo scappa e al quale si oppone per paura, si tramuta in sofferenza mentale. La sofferenza mentale è la traduzione che la tua mente affibbia ad un dolore che vivi. E’ l’effetto, mai la causa.
Se vuoi ricominciare devi accettare la situazione, darle senso, significato, in quanto solo se accetti vedi, se vedi comprendi, se comprendi superi.

Dr.ssa Giada Ave Psicologa e Formatrice
Seguimi su Facebook https://www.facebook.com/psicologia.ave
More info www.avegiada.com

Redazione EticaMente.net

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Redazione EticaMente.net il 24/07/2015
Categoria/e: Primo piano, Salute.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655