Un drago abbandonato in un parcheggio

No non è un errore, è proprio un drago quello che è stato ritrovato abbandonato in un parcheggio, non vengono abbandonati solo cani e gatti ma anche draghi a quanto pare.

E’ successo a Clivio in provincia di Varese, in un parcheggio sotto al sole (per fortuna per lui) un piccolo drago barbuto è stato recuperato da un passante in un parcheggio che lo ha consegnato al Corpo Forestale.

L’animaletto, che come tutti sanno è appena più grosso di una lucertola, (non stavate pensando ad un drago sputafuoco munito di ali e artigli vero??? 😉 ) era messo maluccio con una zampetta fratturata e affamato «Sicuramente ciò è dovuto ad una mancata somministrazione di sali minerali e di calcio, la sua ossatura è estremamente fragile», spiega il veterinario Rainer Schneider a cui è stato affidato per le cure necessarie.

Il drago è originario dell’Australia ma da diversi anni viene allevato in cattività anche in Italia. Il cucciolotto recuperato ha solo due mesi, quando crescerà raggiungerà i 40 centimetri circa e al suo nome verrà aggiunto l’aggettivo “barbuto” per la borsa che ha sotto la gola che gonfia per proteggersi e diventa scura apparendo come una barba nera.

I draghi barbuti sono onnivori la loro dieta comprende verdura verde tagliata, carote, piselli,fagioli ed anche rose e fiori di ibisco e due o tre volte la settimana si può anche dare loro grilli e vermi.

Per fortuna ora è in buone mani e come spiega sempre il veterinario Schneider  «E’ un animale che necessita di molte attenzioni, per vivere ha bisogno di alte temperature: per fortuna è stato recuperato ora, con l’arrivo dell’inverno sarebbe morto».

Guardate il video del ritrovamento.

 

Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 08/08/2012
Categoria/e: Animalismo, Primo piano.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655