Dovevano arrivare 50 macachi provenienti dalle Barbados e destinate a concludere il loro viaggio in Italia presso i laboratori di una multinazionale del farmaco.

Fortunatamente la spedizione è stata annullata grazie alle proteste dell’ENPA e della Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente: le associazioni, infatti, si erano già organizzate per una grande mobilitazione animalista presso l’aeroporto di Fiumicino.

Saranno state le proteste oppure la recente liberazione dei cani di GreenHill, sta di fatto che le scimmie non arriveranno in Italia. Probabilmente saranno purtroppo destinate altrove ma questa spedizione annullata è di notevole importanza per l’Italia.

La presidente nazionale dell’Enpa, Carla Rocchi, dichiara: «Ringrazio di cuore il questore Antonio del Greco che, in azione congiunta con la Asl Roma D e il Corpo Forestale dello Stato, ha fornito un contributo fondamentale all’annullamento dell’invio dei macachi. Questo importante risultato tenderà a scoraggiare sempre di più e, ne siamo certi, ad ottenere la stop definitivo delle crudeli spedizioni di animali in giro per il mondo per pratiche di sperimentazione che destano il crescente sdegno e il disprezzo dei cittadini, anche nei confronti di quelle compagnie aeree che, disponibili a questi “viaggi della morte”, si rendono complici degli esperimenti sugli animali»

 

Fonte: http://www.enpa.it/it/