Il Saluto all’Estate: ecco come danzare in onore dell’Estate!

C’é una sequenza, della famosa maestra di yoga Gabriella Cella, che mi ha fatto battere il cuore dal primo momento in cui l’ho praticata.
Questo susseguirsi di posizioni dinamiche ha il potere, ogni volta che la eseguo, di trasportarmi istantaneamente in una dimensione fuori dallo spazio e dal tempo.

É il Saluto all’Estate.

saluto-all'estate12

Da tempo ogni anno, il 21 giugno, punto la sveglia alle 5.00, esco al buio sul mio terrazzo, stendo il tappetino e pratico questa sequenza fino al sorgere del sole: é il mio rito del solstizio d’estate!

“Un rito é quello che fa un giorno diverso dagli altri giorni, un’ora dalle altre ore”.
Un rito serve a “prepararsi il cuore”, a ricevere in dono il frutto del rito stesso: un rinnovamento, una trasformazione, una rinascita.

Mentre snocciolo le posizioni della sequenza, una dopo l’altra, é come se danzassi in onore dell’estate, ricollegandomi alle mie radici ancestrali più profonde, ma anche a persone di luoghi e tempi lontani che hanno celebrato prima di me il giorno del solstizio.
Fin dagli albori delle prime culture umane sulla terra, la celebrazione dei solstizi e degli equinozi era infatti un modo per creare un sano rapporto con il potere della terra e del sole, ma anche con la comunità umana.

Il solstizio d’estate segna il “punto di svolta” nell’annuale viaggio che il sole compie sul nostro orizzonte.
Nel momento stesso in cui il sole resta nel cielo più a lungo, esso comincia il suo viaggio di ritorno verso l’inverno.

Solstizio
Inoltre in questo giorno “magico” il sole, simbolo del fuoco e del maschile, entra nella costellazione del cancro, simbolo delle acque.
Il segno del cancro é dominato dalla luna, simbolo del femminile.
L’incontro del sole nella casa della luna conduce alle “nozze” tra questi due astri.

Praticando, consapevole di tutto questo, se chiudo gli occhi sento gli odori della natura e mi sembra di danzare, al ritmo di tamburi che scandiscono i mie passi, insieme a tante altre persone di lingue e culture diverse.
E questa danza collettiva disegna nell’aria una spirale, un vortice che, ruotando senza sosta, permette a chi balla di trovare uno spazio immobile.
L’immobilità sta nel centro, all’interno del movimento rotatorio, che è anche il luogo dove si trova l’unità interiore, il cuore.

In questo centro trovano conciliazione gli opposti, ricomposizione i contrari, viene trasceso il limite tra notte e giorno, acqua e fuoco, maschile e femminile.
Le asana della sequenza, i passi della mia danza immobile, mi fanno passare attraverso varie forme e prendere consapevolezza dei loro significati.

L’Alba e i suoi colori caldi e avvolgenti, simbolo di un nuovo inizio, con la sua luce mi regala la sicurezza necessaria per sciogliere le mie paure.

L’Elefante, che affonda la sua base nella memoria arcaica e si tiene in equilibrio sulla terra, rappresenta simbolicamente l’inizio di un nuovo viaggio e mi dona concentrazione, memoria ed equilibrio.

La Montagna é la figura simbolica dell’ascesa, del cammino che necessariamente bisogna percorrere per giungere alla vetta.

Il Fulmine mi dona “la qualità dell’illuminazione” che mi consente di divenire consapevole di quello che mi sta accadendo o percepire chiaramente quello che sento. Nell’antichità, infatti, chi veniva colpito da un fulmine diventava “un intoccabile” perché considerato prescelto dalla divinità e facente parte del regno dell’aria e del cielo e non più di quello della terra.

Mi faccio arco” simbolicamente per permettere alla freccia di puntare in una direzione precisa e di colpire il bersaglio e ricevo in dono l’attitudine di focalizzare “la forza del mio corpo, del mio cuore e della mia mente” verso l’obiettivo che voglio raggiungere.

La posizione della Devozione raffigura, infine, l’atto preciso della devozione al maestro che in questo caso è l’Estate.
La prostrazione al suolo interpreta l’atto di umiltà in cui il cuore si apre all’insegnamento.
Tale insegnamento può penetrare il nostro cuore solo quando impariamo a lasciare andare tutti i nostri attaccamenti, creando lo spazio necessario per accoglierlo.
Ci insegna a scaricare a terra tutto quello che ci appesantisce il cuore e di affidarci alla “maestra Estate”.

meditazione

Anche questo 21 giugno, grazie al Saluto all’Estate, danzerò “per e con” il sole nascente, “preparando il cuore” agli insegnamenti della “maestra Estate” che ci mostra come la natura dentro di noi fa parte dello stesso grande disegno della natura fuori di noi: “come in alto così in basso, come dentro così fuori“.

Sequenza di Saluto all’Estate

Si può eseguire la sequenza tutte le mattine d’estate, e avendo tempo, anche la sera.
Favorisce l’espansione energetica del centro.
Rafforza l’equilibrio, tonifica le braccia e rendere flessibili le spalle.

Esecuzione

1. Saluto all’Alba

saluto-all'estate1

saluto-all'estate2

– In posizione eretta, unisci i piedi e unisci le mani in preghiera sul petto.
– Inspirando spingi in alto le mani fino a distendere le braccia oltre il capo, mentre i talloni si sollevano da terra.
– Espirando lentamente e profondamente apri le braccia, disegnando due grandi semicerchi, prima verso l’alto e poi verso il suolo, e torna con le mani giunte al petto.
Ora sei pronto a ricominciare: esegui più volte questo “piccolo saluto nel saluto”.

2. Posizione dell’Elefante

saluto-all'estate3

– Porta le braccia conserte dietro la schiena e scarica il peso del corpo sul piede sinistro; inspira allungando il busto ed espirando fallo scendere, parallelo a terra, mentre la gamba destra distesa si solleva portandosi in una linea diritta con busto e testa.
– Scarica il peso del corpo sul piede destro ed espira, inspira ed ispirando fletti in avanti il busto mentre la gamba sinistra tesa sale e si porta in linea retta con testa e piede.

3. Posizione della Montagna 

saluto-all'estate4

Inspirando risali, unisci i piedi e apri le braccia lateralmente allontanandole dal corpo.

4. Posizione di passaggio per scendere a terra

saluto-all'estate5

Espirando piega le ginocchia e portarle a terra, appoggiandoti anche sulle due mani.

5. Posizione del Fulmine

saluto-all'estate6

saluto-all'estate7

– Solleva il busto e mettiti in ginocchio, allineando ginocchia, fianchi, spalle e testa.
– Inspirando solleva le braccia in avanti e durante l’espirazione sposta il peso del corpo verso i piedi. Punta in avanti i palmi delle mani e stringi i glutei in modo da non perdere l’allineamento di partenza.
– Inspirando riporta il peso sulle ginocchia.

6. Posizione di riposo

saluto-all'estate8

Durante l’espirazione scivola a terra in posizione prona.

7. Posizione dell’Arco

saluto-all'estate9

Inspirando solleva da terra le gambe, il capo e il busto, mantenendo l’appoggio sul centro dell’addome; afferra con le mani le caviglie, tendendo il corpo come un arco.

8. Posizione prona di passaggio

saluto-all'estate10

Espirando scivola in posizione prona portando le mani ai lati del petto.

9. Posizione della Devozione

saluto-all'estate11

Inspirando solleva il busto e le cosce, puntando le ginocchia a terra e spostando il bacino verso i piedi, scendi a terra con il viso (possibilmente col mento), tenendo le braccia distese in avanti.

Chiara Benini

Bibliografia

“Il Grande Libro dello Yoga”, Gabriella Cella, Rizzoli Editore
“Il Piccolo Principe”, Antoine De Saint-Exupèry, Bompiani Editore
“I riti del solstizio”, Richard Heinberg, Edizioni Mediterranee
“I segreti dello yoga“, Gabriella Cella, Fabbri Editori
“Yoga e danza”, Chiara Corte, Editoriale Delfino

LEGGI ANCHE —> Il saluto al sole: per risvegliare l’eterna primavera che abita in noi!

Chiara Benini

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Chiara Benini il 20/06/2015
Categoria/e: Anteprima, Chicche di Yoga.

Chiara Benini, educatrice di Asilo Nido, insegnante di yoga, di pilates e di danza moderna per bambini. Quello che cerca di insegnare a tutti i suoi allievi è ad aprire il proprio cuore perchè quando il cuore è aperto tutti i luoghi sono "casa" e tutte le persone sono "amici". Su Eticamente cura la rubrica "Chicche di Yoga".

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655