Come occuparsi dei beagle di Green Hill

Purtroppo i cagnolini che stanno dando in affido in questi giorni, reduci dalla prigionia di un lager asettico, hanno bisogno di cure particolari. 

Prima di tutto se siete tra i fortunati che sono stati richiamati per l’affido dovrete procurarvi un trasportino adatto per il cane che andrete a ritirare. Se non ne siete provvisti nell’immediato potete chiedere al vostro veterinario di fiducia se può eventualmente prestarvene uno o al massimo affittarlo.

Una volta che il vostro cane entrerà nelle vostre case dovrete tenere a mente che non è un cane come gli altri, questi cuccioli stavano 24 ore al giorno in gabbie di cemento, irradiati da luce artificiale e bevevano acqua depurata. Quindi il loro organismo è delicato e la loro paura di tutte queste cose nuove è esageratamente alta.

Per la prima settimana di affido il beagle DEVE mangiare ESCLUSIVAMENTE le crocchette alle quali era abituato, proprio perchè deve abituarsi pian pianino ai cibi nuovi ma anche all’acqua, e potrebbe avere problemi gastroenterici.

Non date loro altre cose, biscottini, frutta, ossicini o altro.

Molto gradualmente nella seconda settimana potrete inserire il nuovo cibo mescolandolo con le crocchette che vi sono state consegnate. PEr i primi mesi è consigliabile non vairare molto l’alimentazione, sia per qualità che per gusto.

Se non compaiono vomito o diarrea potete continuare con il nuovo cibo che stavate introducendo.

In caso di vomito eliminare acqua e cibo e introdurre l’acqua solo dopo alcune ore e in seguito il cibo.

Se il vomito cessa continuate con i pasti ogni tre ore e poi tornate alla normalità. Se non cessa recatevi dal vostro veterinario di fiducia.

Il cane deve abituarsi a mangiare due o tre pasti al giorno ad orari regolari, ricordatevi che prima era abituato ad avere cibo sempre a disposizione, se chiede cibo fuori orario potete dargli delle crocchettine.

In caso di feci molli potete dargli dei fermenti lattici che si trovano comunemente in farmacia o nei negozi di alimenti per cani.

Non  portatelo troppo in giro i primi giorni, lasciate che si abitui a tutti gli oggetti di casa e agli odori, tenetelo lontano dai rumori forti e sconosciuti e dategli tanti grattini dietro le orecchie 🙂

 

 

Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 30/07/2012
Categoria/e: Animalismo, Primo piano.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655