Fiore di Loto

fiori di Loto, nome botanic Nelumbo Adans. sono delle piante della famiglia delle Nelumbonaceae, originarie dell’AmericaAsia e Australia, e sono i fiori nazionali dell’India e del Vietnam. Conosciuti per i loro magnifici fiori, queste piante sono totalmente commestibili ma soprattutto ricche di fascino e di mistero.

Un fiore che nasce e cresce nell’acqua, grande, con colori che vanno dal bianco al rosa scuro passando per il giallo, ma che ha dietro di se una storia fatta di melma, fango e insetti. Già perché quando nasce il suo germoglio rimane sotto la superficie dell’acqua sporca e si fa strada con forza verso il cielo, solo quando il sole lo bacia allora si apre. I petali, che sono circa una ventina, si aprono piano e il fiore sboccia in tutto il suo splendore.

loto

Con i petali del fiore si preparano zuppe o li si usa come contorno di verdura, gli stami vengono utilizzati per la preparazione di thè aromatico e in erboristeria per il trattamento della frequenza urinaria, dell’eiaculazione precoce, dell’emolisi e dell’epistasi, i semi vengono usati come farina per preparare il pane, oppure tostati come surrogato del caffè o anche utilizzati in minestre e piatti di verdure miste e sono indicati per curare la diarrea, l’infuso di radice è ottimo contro raffreddori, congestioni o infezioni nasali, bronchiti, asma, tosse e pertosse, gli steli vengono cotti e mangiati come verdura, mentre i rizomi, che sono ricchi di amido, sono utilizzati marinati in aceto o utilizzati come condimento per una zuppa o fritti.

Fiore di Loto

Le pianta dei fiori di loto contengono una buona percentuale di tannini, grazie ai quali il loro consumo aiuta a combattere le infiammazioni e sono un buon astringente, mentre il contenuto di alcaloidi come la ninfeina e la nufarina, danno al fiore di loto la nomea di afrodisiaco.

spl_b787561_lotus_web.630x360In associazione con altre erbe, in erboristeria è utilizzato anche come anticonvulsivante, stimolante cardiaco e respiratorio. Un aspetto singolare di questa pianta è che se viene fatta essiccare e successivamente bruciata come fosse un incenso, i suoi fumi hanno effetti allucinogeni.

Una particolarità di questa pianta è la struttura fibrosa, dal quale si ricava un filato molto pregiato usato per gli abiti dei monaci buddisti di alto rango.

In autunno, in Cina, c’è una particolare festa in cui si fa e si regala una torta fatta con una pasta ottenuta dai semi di loto mischiati ai tuorli delle uova di anatra salati. Questa festa è conosciuta come la festa della Luna.

Uno dei simbolismi più noti del fiore di loto è quello di rappresentare i centri energetici del corpo umano, i chakra.
Un’altro lato strabiliante di questa pianta è la sua capacità di mantenersi pulita, forse per questo è anche il simbolo della purezza, basti pensare che quando nasce dalle putride acque non ha su di se neppure un’ombra di sporco, neanche una goccia di acqua fatiscente rimane sui suoi petali. Tanto che si sta cercando di ricreare in laboratorio un tessuto che abbia queste stesse caratteristiche impermeabili.
aaa(1)
Dopo aver letto di tutte queste magnificenze del fiore di loto possiamo anche trarne un bellissimo insegnamento di vita, un fiore che nasce nello sporco, nel fango, nel putridume, ma che quando sboccia nella sua fragilità mostra tutta la sua bellezza, la sua purezza. La sua vita a volte assomiglia alla nostra, sepolti da un mare sporco di menzogne, ipocrisie, orrori, quando riusciamo ad emergere possiamo mostrare tutta la nostra bellezza.
Rappresenta una crescita spirituale un’illuminazione della mente che cerca la via per la verità e la luce.
chiunque può prendere il fiore del loto come esempio per cercare di migliorare di crescere di sorgere e mostrarsi. Per ottenere la saggezza, la purezza bisogna prima di tutto emergere dall’oscurità, dal fango, da quello che ci opprime, dalla tristezza, dalla depressione, dall’oblio.