Alimentazione vegetariana: i maschi la temono

Carl Lewis - figlio del vento

Carl Lewis - figlio del vento

Uno studio americano ha voluto indagare le motivazioni che spingono il maschio a rifiutare la dieta vegetariana.

L’esito è stato che la carne viene ancora associata alla forza fisica, alla mascolinità.

Anche il contesto in cui viene consumata la carne è importante: la famosa grigliata per esempio riconduce alla mascolinità.

Le pubblicità o comunque i messaggi televisivi aiutano anch’essi a rafforzare il mito della carne.

Il significato che la società occidentale vuole far passare è che la carne fa muscolo, rende forti, è indispensabile!

Ma un’alimentazione vegetariana, invece, non può che avere effetti positivi sulla salute e se un maschio si informasse un pochino si renderebbe finalmente consapevole dei rischi correlati con il consumo di carne.

E se anche voi siete spaventati che la dieta vegetariana non possa rendervi maschi al cento per cento provate a chiedere a Edwin Moses, medaglia d’oro, oppure a Murray Rose, il quale riuscì a vincere ben tre medaglie d’oro nelle gare di nuoto alle Olimpiadi. O ancora rivolgetevi a Carl Lewis denominato anche “figlio del vento”, anch’egli campione olimpico. Tutti atleti che vivono senza il consumo di carne!

I

 

Dott.ssa Elena Bernabè

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Dott.ssa Elena Bernabè il 02/06/2012
Categoria/e: Animalismo, Primo piano, Scelte Animaliste, Vegetarismo e Veganismo.

Responsabile della redazione. Laureata in psicologia, appassionata di tematiche ambientali, animaliste ed equosolidali. Assetata di verità e disposta a tutto per ottenerla. Ama scrivere e creare in tutte le sue forme

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655