Sono trascorsi ormai 20 anni da quel giorno. Il 23 maggio di 20 anni fa ci fu un attentato mafioso in cui persero la vita Giovanni Falcone insieme alla moglie Francesca Morvillo e gli uomini della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.

Oggi si ricorda anche il giudice Paolo Borsellino, ucciso anche lui insieme a 5 agenti della sua scorta.

Persone che hanno cercato la verità e la giustizia, anche a costo della vita!

Le “Navi della legalità” arrivano oggi a Palermo: a bordo studenti, sottosegretari e ministri. Ciò che colpisce di più sono le scritte che appaiono sulle magliette dei ragazzi:

“Gli uomini passano, le idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini”

Delle affermazioni che fanno riflettere e che invitano il mondo a non dimenticare e a farsi portavoce della mente e delle azioni di queste grandi persone scomparse.

Tutta la giornata di oggi sarà dedicata a loro con eventi e commemorazioni in tutta Italia. Per non dimenticare, per trarne insegnamento!