Il vino è una bevanda molto apprezzata. Il suo consumo è molto diffuso in tutta Italia.

Le persone che lo bevono, però, probabilmente non sono a conoscenza di tutti gli ingredienti di cui è composto.

Acqua, uva… e poi?

Purtroppo tutta la genuinità dell’acqua e dell’uva si mescola con altre sostanze. Sono infatti utilizzati spesso chiarificanti a base di derivati animali come la caseina, l’albume e la colla di pesce.

C’è la possibilità di eliminare questi prodotti ed utilizzare invece sostanze non animali? Si ma il problema è che sull’etichetta gli additivi non devono essere elencati per legge e quindi su questo punto non c’è chiarezza.

Ma perchè c’è bisogno di rendere il vino più chiaro? E a cosa servono gli additivi?

Conosciamo davvero poco del reale procedimento per fare il vino. A tal proposito sul sito di TerraNuova si legge: “se diventassimo consapevoli di tutti i passaggi della vinificazione potremmo presto rimpiangere il vino del contadino, quello fatto solo con l’uva, dal colore torbido e dal sapore meno arrotondato. Come disse il grande enologo Veronelli, il peggior vino del contadino è migliore del vino industriale”.

 

Fonte: http://www.aamterranuova.it/Alimentazione-naturale/I-vegan-possono-bere-il-vino