Carne contraffatta, Maxi Sequestro dei Carabinieri

Questa mattina i carabinieri di Perugia hanno dato la notizia che stanno eseguendo, in 21 province di 12 regioni, ben 78 decreti di perquisizione e sequestro di carne contraffatta. Sequestri per 4 milioni di euro, 65 indagati e sigilli a 4 aziende agricole.

La prima fase dell’indagine, che è in corso dal 2011, ha fatto riscontrare carni infette da tubercolosi o brucellosi o blue tongue, trasmissibili all’uomo ma “abbattibili” tramite la cottura della carne. 

Nella seconda fase delle indagini, sono stati trovati coinvolti 56 allevatori, 3 autotrasportatori e 6 medici veterinari delle Asl del Centro-Sud (Perugia, Arezzo, L’Aquila, Foggia, Potenza e Matera), che falsificavano i passaporti e marchi auricolari per mettere sul mercato bovini di razza ed età diverse da quelle certificate dai documenti. 

La contraffazione più evidente si è riscontrata con dei meticci fatti risultare chianina. In molti casi gli animali provenivano da Sardegna, Puglia, Lazio e Basilicata, ma venivano certificati come nati in Toscana o Umbria.

Di seguito la notizia battuta da Adnkronos e che potete leggere sul sito dell’Arma dei Carabinieri:

ALIMENTI: CARNE BOVINA INFETTA, SEQUESTRI NAS IN MOLTE PROVINCE

ADNKRONOS

10/06/2014 08:09

NUCLEO DI PERUGIA Roma, 10 giu. (Adnkronos) – I carabinieri del comando carabinieri per la Tutela della Salute stanno eseguendo 78 decreti di perquisizione e sequestro, emessi dalla procura della Repubblica di Perugia, nell’ambito dell’indagine ‘Lio’ , condotta dal Nucleo A.S. di Perugia, sull’illecita commercializzazione di bovini infetti, con marchi auricolari contraffatti e dichiarati falsamente di razza pregiata, al fine di trarne indebiti profitti. L’operazione è in corso nelle province di Arezzo, Avellino, Bari, Foggia, L’Aquila, Latina, Lodi, Matera, Padova, Perugia, Pesaro Urbino, Pistoia, Potenza, Ravenna, Rieti, Roma, Siena, Terni, Torino, Verona e Viterbo. I dettagli dell operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che avrà luogo in data odierna, alle ore 11.00 presso la sala conferenze del comando.
Secondo la Coldiretti, l’aumento delle frodi alimentari è da imputarsi anche alla crisi che si fa sempre più pressante. La sofisticazione, la vendita di carne infetta e la marchiatura contraffatta dovrebbe essere un altro motivo per smettere di mangiare la carne, e proprio a pochi giorni dalla manifestazione di Meat Abolition ad Ancona per la Settimana Mondiale per l’Abolizione della Carnenon possiamo non riflettere su quanto sia dannoso mangiare carne per noi e per gli animali.

Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 10/06/2014
Categoria/e: Alimentazione, Notizie, Primo piano.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655