Il Morbo di Alzheimer è una patologia generativa del cervello: pian piano le funzioni cognitive e della memoria decadono. E’ una malattia che colpisce gli anziani e li svuota giorno dopo giorno di ricordi, pensieri, desideri…

Purtroppo ben poco si può fare per curare le persone affette da questa patologia!

In questi giorni però una ricerca pubblicata sulla rivista `International Psychogeriatrics´ condotto dall’Unità di ricerca in medicina dell’invecchiamento dell’Università di Firenze in collaborazione con l’associazione Antropozoa, ha fornito dei risultati davvero importanti.

Lo studio ha visto come protagonisti due cuccioli di cane: un barboncino di tre anni ed un golden di sette. Dieci i pazienti affetti da demenza grave che hanno partecipato all’esperimento. Per tre settimane gli anziani sono entrati in contatto con dei peluche e solo in seguito, sempre per lo stesso periodo di tempo, sono subentrati  cani.

Nella fase con i peluche non si sono verificati miglioramenti psicofisici negli anziani colpiti da Alzheimer, nella fase con i cuccioli, invece, i risultati sono stati sorprendenti.

I pazienti erano meno ansiosi e tristi, il piacere e l’interesse erano aumentati in modo notevole! Indicazioni, quest’ultime, di una importanza fondamentale poichè le persone affette dal morbo di Alzheimer sono spente, disinteressate, tristi e un miglioramento da questo punto di vista è un risultato di grande rilievo!

Gli animali sono la cura di molte malattie, Alzheimer compreso!

Chi già condivide la propria vita con un animale sa quanti benefici può donare un cane, un gatto ma anche un coniglio e via dicendo. Vivere con gli animali è anche terapeutico per molte patologie e proprio per questo motivo è nata la Pet Therapy.

Tanti gli aspetti che possono migliorare con la Pet Therapy: ravviva l’attenzione, aiuta a relazionarsi, fa emergere le emozioni, fa aumentare l’attività fisica dei pazienti e tanto altro ancora.

In una patologia come quella dell’Alzheimer dove una cura risolutiva purtroppo non esiste ma non esistono nemmeno metodi di miglioramento anche minimo della situazione psicofisica del paziente, questi risultati sono davvero importanti!

Gli animali non chiedono altro di essere amati e in cambio ci donano effetti benefici meravigliosi e senza effetti collaterali! 🙂

Guardate questo video che testimonia proprio gli effetti di un cane su un anziano affetto dal morbo di Alzheimer!