Il fumo di sigaretta inquina, ma vi siete mai chiesti quanto?

Le sigarette producono più smog di quello sprigionato dallo scarico di un Tir.

Questo è ciò che sostiene lo studio-esperimento “Tir contro sigaretta”, realizzato dall’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, che dichiara e conferma che le sigarette inquinano più dello scarico di un Tir. Fumare per circa 8 minuti fa sprigionare nell’aria una quantità di polveri fini e ultrafini (Pm1, Pm2,5 e Pm10) pari a quattro/sei volte di più ad un motore acceso di un Tir per lo stesso tempo al minimo di giri.

L’esito dello studio guidato da Roberto Boffi, Pneumologo Responsabile della struttura di “Fisiopatologia respiratoria”, è stato presentato in occasione della ‘giornata mondiale senza tabacco’, dove molte iniziative (come quella di Milano) sono state presentate a più di 300 ragazzi riuniti nelle aula magne.

Il primo esperimento condotto dai ricercatori del Centro antifumo dell’INT di Milano ha previsto le emissioni di polveri sottili emesse da un Tir da 13.000cc di cilindrata. Il dottor Boffi ed altri colleghi hanno dichiarano in merito ai risultati:

“fumare all’aperto non è sufficiente a garantire che l’ambiente sia libero dalle sostanze nocive liberate dalla combustione delle sigarette”.

Un dato che deve portarci a riflettere e a comprendere quanto ognuno nel proprio piccolo possa fare per diminuire l’inquinamento. Le sigarette, in seguito a questo esperimento, devono essere ripensate e considerate non più solo una scelta del singolo che decide di danneggiare consapevolmente la propria salute, ma come causa di inquinamento globale e quindi danneggiamento in termini di salute anche delle persone che sono costrette ad inalare fumo passivo.