Epatite A: torte ai frutti di bosco contaminate dal virus, continua l’allerta!

Continua l’allerta. I frutti di bosco, specie quelli surgelati e congelati, infatti, continuano ad essere nel mirino per il virus dell’Epatite A.

Un allarme lanciato anche da Il Fatto Alimentare: ecco cosa di cosa si tratta!

L’epatite A, lo ricordiamo, è una malattia infettiva acuta causata da un virus che colpisce il fegato. Il contagio avviene per contatto diretto da persona a persona o attraverso il consumo di acqua o di alcuni cibi contaminati.

Generalmente la malattia ha un’evoluzione benigna, dura dalle 2 alle 10 settimane, e dopo la guarigione conferisce un’immunità permanente. Questo anche perchè si tratta di una malattia che non cronicizza mai.

Ebbene, lo scorso 17 Aprile il sistema di allerta alimentare tedesco ha annunciato il ritiro di una torta ai frutti di bosco per sospetta contaminazione dal virus dell’Epatite A.

Non si tratta di un tipo di torta comunemente in vendita nel reparto surgelati dei supermercati, ma generalmente è distribuita nei bar, nei ristoranti, nelle mense, nelle scuole e simili.

Erlenbacher Backwaren GmbH, l’azienda tedesca coinvolta in questo caso, ha immediatamente ritirato il prodotto incriminato per poi rilasciare un comunicato nel quale invitava bar, ristoranti e altre strutture a non usare la torta ancora presente nei freezer (trattandosi di un prodotto surgelato per l’appunto).

Adesso, a distanza di un mese, è uscito un comunicato che ha confermato la validità dell’allerta e del ritiro del prodotto in questione: in un campione di torta esportato dalla stessa ditta in Norvegia, infatti, è stato riscontrato il virus dell’epatite A.

Ora, come dicevamo non si tratta di un prodotto che generalmente si trova in vendita nei supermercati, ciononostante si tratta di torte surgelate che è possibile trovare in bar, ristoranti, mense e collettività.

Vero è che in Italia non ci sono mai stati casi di dolci con frutti di bosco surgelati che sono stati richiamati dal mercato, questo perchè si tratta di prodotti sicuri, ma questo non ci deve far “dormire” sulla questione.

Lo scorso Aprile il Ministero della Salute in una relazione aveva comunicato come dallo scorso 1° Gennaio del 2013 al 28 Febbraio del 2014 siano stati notificati 1.463 casi di Epatite A. Se consideriamo che nell’anno precedente (da Novembre 2011 a Dicembre 2012) i casi erano erano 360, ci rendiamo conto che le vittime sono circa 1.100 in più!

Oltretutto, 1.075 di questi casi sono stati registrati in Italia, mentre 240 hanno coinvolto soggetti che non hanno avuto contatti con l’Italia e risiedono in: Francia, Germania, Irlanda, Norvegia, Paesi bassi, Svezia e Regno Unito.

Molte persone, noncuranti, continuano a mangiare tranquillamente frutti di bosco. In particolar modo, teniamo sempre a ricordarlo, ci si riferisce a quelli congelati e surgelati, che vengono spesso impiegati (in torte, dolci e gelati) nei ristoranti, nelle pizzerie e in tutti gli altri esercizi commerciali.

Il Ministero della Salute, a tal proposito, aveva raccomandato di consumare i frutti di bosco congelati/surgelati solo cotti, facendoli bollire (portandoli a 100°C, temperatura di ebollizione) per almeno 2 minuti.

Raccomanda inoltre di non impiegare i frutti di bosco crudi per guarnire i piatti (ad esempio la superficie di una crostata, semifreddi, yogurt ecc.), e di lavare accuratamente i contenitori e gli utensili usati per maneggiare i frutti di bosco scongelati.

Pertanto, il consiglio è quello di evitare i dolci, torte e gelati con frutti di bosco proposti nei pubblici esercizi o fuori casa, dal momento che, come lo stesso Ministero della Salute aveva ammesso, esistono in commercio delle partite di frutti di bosco congelati/surgelati contaminate in commercio.

[Fonte: www.ilfattoalimentare.it]

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬

Seguite Eticamente sulla Fanpage di Facebook, su Pinterest e su Twitter e non dimenticate di iscrivervi alla newsletter!

Daniela Bella

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Daniela Bella il 23/05/2014
Categoria/e: Alimentazione, Primo piano.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655