La Manovra di Kristeller è una pressione che viene effettuata sull’addome della donna durante il parto al fine di velocizzare la nascita del bambino.

Ma è davvero un aiuto oppure è una pratica rischiosa?

Questa manovra può essere dannosa sia per la mamma che per il nascituro. E la cosa incredibile è che non viene mai dichiarata sulle cartelle cliniche.

Riguardo a questo argomento si legge su La Repubblica di Firenze: “può portare a importanti complicanze sia materne (emorragie, distacco di placenta, rottura-lacerazione dell’utero, frattura costale, lesioni al bacino, rottura del fegato e della milza, lacerazioni dello sfintere anale) sia per il bambino (asfissia perinatale, frattura della clavicola, disabilità neurologiche permanenti, paralisi e handicap cerebrale, morte fetale”.

Nonostante questi rischi la manovra viene praticata in molti ospedali!

Ed ora si sta pensando di sostituire questa manovra con un dispositivo medico chiamato “baby guard” che dovrebbe avere il compito di assecondare le contrazioni.

Noi siamo convinti che ogni donna debba partorire nel modo più naturale possibile e che questi “aiuti esterni” rappresentino un ostacolo alla buona riuscita del parto.

 

Fonte: http://firenze.repubblica.it