Manovra di Kristeller per “aiutare” il parto: quanto è pericolosa?

La Manovra di Kristeller è una pressione che viene effettuata sull’addome della donna durante il parto al fine di velocizzare la nascita del bambino.

Ma è davvero un aiuto oppure è una pratica rischiosa?

Questa manovra può essere dannosa sia per la mamma che per il nascituro. E la cosa incredibile è che non viene mai dichiarata sulle cartelle cliniche.

Riguardo a questo argomento si legge su La Repubblica di Firenze: “può portare a importanti complicanze sia materne (emorragie, distacco di placenta, rottura-lacerazione dell’utero, frattura costale, lesioni al bacino, rottura del fegato e della milza, lacerazioni dello sfintere anale) sia per il bambino (asfissia perinatale, frattura della clavicola, disabilità neurologiche permanenti, paralisi e handicap cerebrale, morte fetale”.

Nonostante questi rischi la manovra viene praticata in molti ospedali!

Ed ora si sta pensando di sostituire questa manovra con un dispositivo medico chiamato “baby guard” che dovrebbe avere il compito di assecondare le contrazioni.

Noi siamo convinti che ogni donna debba partorire nel modo più naturale possibile e che questi “aiuti esterni” rappresentino un ostacolo alla buona riuscita del parto.

 

Fonte: http://firenze.repubblica.it

 

 

Post to Twitter

Dott.ssa Elena Bernabè

Leggi Anche


Articolo scritto da Dott.ssa Elena Bernabè il 27/04/2012
Categoria/e: Notizie, Pregiudizi da sfatare, Primo piano.



Loading Facebook Comments ...

3 commenti per “Manovra di Kristeller per “aiutare” il parto: quanto è pericolosa?”

  1. luisa

    è vergognoso che con tutte le complicanze a madre e neonato che ripetutamente accadono nelle sale parto per una gestione impropria del periodo espulsivo e che oltre a tragedie familiari comportano altissimi costi sociali,sanitari, pagati dalle tasse dei ciitadini vi sia un aticolo di un sito web denominato “eticamente” che devii con le sue false informazioni l’informazione scientifica tanto è che la piu’ grave problematica che porta alla medicina difensiva e’ propio la frequente MANCANZA DI ETICA nell’ approccio al parto.Pertanto vi esorto ad informarvi adeguatamente sulle drammatiche conseguenze di un FALSO parto naturale che sopravvive solo nascondendo la verita’ dell’ accaduto nelle cartelle cliniche ,partogrammi e del certificato di assistenza al parto.Di seguito vi invito a leggere l’ articolo scientifico su questo link :
    http://www.ijgo.org/article/S0020-7292(12)00506-1/fulltext

  2. è vergognoso che con tutte le complicanze a madre e neonato che ripetutamente accadono nelle sale parto per una gestione impropria del periodo espulsivo e che oltre a tragedie familiari comportano altissimi costi sociali,sanitari, pagati dalle tasse dei ciitadini vi sia un aticolo di un sito web denominato “eticamente” che devii con le sue false informazioni l’informazione scientifica tanto è che la piu’ grave problematica che porta alla medicina difensiva e’ propio la frequente MANCANZA DI ETICA al parto.Di seguito vi invito a leggere l’ articolo scientifico su questo link :
    http://www.ijgo.org/article/S0020-7292(12)00506-1/fulltext

  3. Sarah

    a me l’hanno fatta durante il parto del mio primo bambino che avevano stimato nascesse di 3,5 kg e invece era di 4,2 kg… lui era messo col braccino storto ad ostruire l’uscita, era grosso e siccome io “non mi sbrigavo” hanno pensato bene di praticarmi tale manovra per ben due volte…. Per fortuna il mio bambino non ha avuto complicazioni, io mi sono trovata lacerata, con due serie emorragie interne che mi hanno costretta a una settimana di ospedale, zero latte e altre complicanze poco piacevoli….

Lascia un commento

Concorsi Pubblici

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail

Articoli Correlati

Ultimi articoli pubblicati

SpotLight

Favole e Fantasia
Collegati | Copyright 2010-2014 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655