Creme Solari: Ecco le peggiori e dannose

Le creme solari dovrebbero proteggere la nostra pelle dai raggi dannosi del sole. Purtroppo spesso non è così, e nonostante le sostanze chimiche poco naturali utilizzate per produrle, a volte soprassediamo per evitare di scottarci, pensando che magari una buona marca può ovviare al problema delle sostanze nocive, proteggendoci al meglio. E invece no.

L’associazione dei consumatori britannica, “Which?”, ha effettuato uno studio sui solari considerati i migliori, ma che in realtà non lo sono.

 Lo studio lo potete scaricare in formato .pdf -> Creme Solari

Le creme sono state testate su 10 persone, la stessa quantità di crema è stata spalmata sulla schiena dei soggetti e poi le aree sottoposte alla luce di una lampada solare dopo di che venivano controllati i vari arrossamenti e confrontati con un test effettuato su una zona senza crema.

Guardando la tabella qui sotto si può notare come le creme considerate migliori con un fattore di protezione superiore al 25, non soddisfacevano le caratteristiche di protezione dichiarate sull’etichetta.

Ma non solo, il prodotto Malibu ha dimostrato di avere un livello di protezione UVA richiesto inferiore alla raccomandazione UE realtiva alle creme solari.

Dal settembre del 2006 la Commissione europea ha approvato una normativa che regola l’etichettatura delle confezioni dei prodotti solari; non solo le confezioni devono presentare l’SPF del prodotto, ma si deve introdurre un’ etichetta UVA normalizzata che indica una protezione minima quantificata, che aumenta parallelamente al fattore di protezione solare e si basa su un metodo di prova standardizzato (COLIPA Recomandation N°21 Labelling of sunscreen products with UVA protection claim).

Il livello richiesto di protezione dagli UVA è di un rapporto minimo 1:3 di protezione UVA / protezione UVB.

 In ogni caso ci sono delle regole da rispettare quando ci si mette sotto il sole, mai nelle ore più calde, mai addormentarsi e mai per troppe ore consecutive soprattutto i primi giorni di esposizione. Usate una buona crema idratante dopo l’esposizione e cercate una crema solare con un fattore di protezione alto anche se la vostra pelle è scura. Ricordatevi di leggere l’inci dei prodotti per cercare quelli con meno sostanze chimiche nocive e il più naturali possibili. Se volete sapere come leggere l’inci di un prodotto potete leggere qui -> Come Leggere l’INCI dei Cosmetici e Acquistare Prodotti Sicuri.

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬
Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici?

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente su Pinterest e su Twitter e non dimenticate di iscrivervi alla newsletter, presto tantissime novità!!


Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 20/05/2014
Categoria/e: Notizie, Primo piano.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655