“Per chi non può farlo, un sorriso vale tutto”. Il toccante video sul labbro leporino

La mia prima bambina è nata così: con due belle e grandi fessure nel labbro superiore. Ecco perchè tengo così tanto a farvi entrare nel mondo dei labbri leporini.

Il labbro leporino (in termini medici si chiama labioschisi) è una malformazione neonatale che colpisce i bambini di tutto il mondo. Le cause sono ancora sconosciute: forse un miscuglio di genetica, alimentazione, ambiente.

Ogni 3 minuti nasce nel mondo un bambino con questa malformazione.

Questi bimbi nascono con una o due fessure nel labbro che a seconda della gravità possono estendersi anche al palato, mancando quest’ultimo completamente o solo in parte (la malformazione in questo caso prende il nome di labiopalatoschisi).

Questa malformazione è curabile mediante interventi chirurgici e, dove necessario, un percorso di logopedia per il linguaggio. Cure che in occidente sono all’avanguardia e scontate ma che nei paesi poveri del mondo sono perle rare.

E proprio per questo motivo è nata nel 1982 l’associazione Operation Smile International composta da volontari medici, infermieri, logopedisti che in tutto il mondo attuano missioni umanitarie per curare questi bambini.

Sul sito di Operation Smile Italia Onlussi legge

In soli 45 minuti trasformi la loro vita, per sempre.

L’intervento per correggere una labio schisi, nota comunemente come labbro leporino, richiede in media 45 minuti. Operation Smile è nata per donare un sorriso e la speranza di avere una vita decorosa a tutti quei bambini che nascono affetti da tali malformazioni, nei paesi più disagiati e poveri del mondo, e che difficilmente potrebbero avere accesso al trattamento chirurgico necessario.

Tali malformazioni per i bambini che ne nascono affetti e per le loro famiglie, non sono solo un problema estetico e conseguentemente causa di un grave disagio sociale, ma in molti casi i piccoli nati con un “buco” nel labbro o nel palato, non riescono a respirare bene, a succhiare, a masticare, molti di loro non arrivano a compiere il primo anno di vita. Quando crescono non riescono a parlare in modo corretto, nessuno capisce quello che dicono, vengono emarginati dagli stessi coetanei ed a volte anche dagli adulti, che gli attribuiscono soprannomi e li evitano, non possono andare a scuola. Questi bambini spesso preferiscono allontanarsi dal mondo piuttosto che incontrare le persone ogni giorno. Non hanno speranza.

In Occidente i bambini affetti da questa malformazione hanno già la strada spianata: il loro percorso di cura sarà magari faticoso e lungo ma esiste ed è scontato. Nei paesi più poveri del mondo la strada riabilitativa non esiste. Operation Smile lavora tutti i giorni per costruire in tutto il mondo questa preziosa e legittima strada di cura.

Sul sito dell’associazione sono pubblicati alcuni video di testimonianze, di appelli e di spot per sensibilizzare l’opinione pubblica su questa importante tematica. Ho deciso di farvene vedere uno molto significativo e toccante. E’ stato realizzato nel 2012 per il trentesimo anniversario di Operation Smile nelle Filippine.

Questo è lo slogan: “Per chi non può farlo, un sorriso vale tutto”

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬

Seguite Eticamente sulla Fanpage di Facebook, su Pinterest e su Twitter e non dimenticate di iscrivervi alla newsletter!

Dott.ssa Elena Bernabè

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Dott.ssa Elena Bernabè il 14/05/2014
Categoria/e: Primo piano, Rassegna Etica.

Responsabile della redazione. Laureata in psicologia, appassionata di tematiche ambientali, animaliste ed equosolidali. Assetata di verità e disposta a tutto per ottenerla. Ama scrivere e creare in tutte le sue forme

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655