Le prime volte dei bambini. Ma quelli poveri non possono sperimentarle. L’appello di Save the Children in un video toccante

Oggigiorno in Italia 1 milione di bambini vive in povertà assoluta, senza possibilità di costruirsi un domani. L’educazione, per loro, è l’unica via di uscita, l’unica che in grado di illuminare il loro futuro.

L’associazione umanitaria Save the Children Italia da più di 10 anni sviluppa programmi volti a migliorare la vita dei ragazzi in Italia e a contrastare la povertà minorile.

Quest’anno ha lanciato “Illuminiamo il Futuro“, un’importante campagna per dare educazione, opportunità e speranza ai bambini che vivono in povertà in Italia.

Save the Children vuole essere lì dove le condizioni di vita dei minori sono sempre più precarie: per questo ha deciso di creare i Punti Luce, centri in cui bambini e adolescenti tra i 6 e i 16 anni possono studiare, giocare, avere accesso ad attività educative e sportive altrimenti a loro precluse.

Spazi a misura di bambino che sorgono nelle aree più difficili e prive di servizi e che offrono attività gratuite a tutti i bambini grazie alla collaborazione di Organizzazioni già presenti sul territorio.

I Punti Luce saranno il punto di riferimento per attivare la dote educativa: un piano individuale di supporto per fornire beni e servizi educativi a bambini in gravi e certificate condizioni di povertà.

Questo sostegno potrà servire ad esempio per l’acquisto di libri, per le spese scolastiche, per il pagamento di un corso di musica o sportivo, per partecipare a un campo estivo, o per altre attività di contenuto educativo.

I Punti Luce attualmente attivi sono a Genova, Bari, Marina di Gioiosa Ionica, Catania e Palermo.

Dall’8 Maggio all’8 Giugno sarà possibile supportare la campagna “Illuminiamo il Futuro” in tutti i punti vendita di Euronics attraverso l’acquisto di una donor card di 2 euro o donando, sempre 2 euro, direttamente alle casse.

Insomma, 3 settimane di sensibilizzazione e raccolta fondi fino al 1° Giugno per porre l’attenzione sulla crescente povertà educativa fra bambini e adolescenti, strettamente correlata a quella economica, che sta privando i bambini e gli adolescenti, nei quartieri svantaggiati di molte città italiane, di tutte le opportunità di crescita formativa e culturale.

La campagna “Illuminiamo il Futuro“, è stata ufficialmente presentata ieri, lunedì 12 Maggio, presso la Sala Monumentale della Presidenza del Consiglio.

Potete fare una donazione di 2 euro inviando un sms al numero 45509. Oppure potete donare 2 o 5 euro chiamando lo stesso numero da rete fissa Telecom Italia, Infostrada e Fastweb.

Infine, potete fare una donazione libera (minima di 24 euro) cliccando qui.

Nessun bambino in Italia, infatti, dovrebbe essere privato dell’opportunità di mangiare adeguatamente 3 volte al giorno, di andare a scuola con tutti i libri di testo richiesti o i quaderni e l’astuccio, di leggere un libro o avere un pallone per giocare in uno spazio pulito e allegro.

E questo campagna vuole venire incontro a questo problema, per donare una speranza e un futuro a ogni bambino, ma anche per donargli la gioia di scoprire per la prima volta delle cose che, altrimenti, non riuscirebbero mai a vedere, come suonare uno strumento, dipingere, danzare, vedere il mare.

La mancanza di opportunità educative pregiudica il rendimento scolastico e blocca sul nascere la possibilità di apprendere, sperimentare, sviluppare e far fiorire liberamente capacità, talenti e aspirazioni dei più piccoli.

Combattere la povertà educativa significa dare a tutti i bambini non solo una scuola di qualità ma anche garantire loro spazi educativi sul territorio, accesso al gioco e allo sport, possibilità di leggere libri, conoscere la musica, poter fare una gita o un campo estivo con i coetanei.

Per Save the Children combattere la povertà educativa significa illuminare il futuro dei bambini garantendo tutte le opportunità necessarie per la loro crescita.

Illuminiamo il futuro del bambini insieme. Combattiamo la povertà educativa. Accendiamo la luce delle opportunità“, è questo lo slogan dell’iniziativa.

Ecco come Save the Childrem presenta il progetto:

Illuminiamo il futuro dei bambini se investiamo su di loro.

Per l’infanzia spendiamo meno che nella stragrande maggioranza dei paesi europei. È fondamentale investire su i bambini e sui loro bisogni educativi. Per farlo possiamo chiedere “una regola d’oro per l’infanzia”, in modo che le spese per i bambini e gli adolescenti vengano considerate un investimento e separate dal calcolo dell’indebitamento.

Illuminiamo il futuro dalla prima infanzia.

Gli asili nido e i servizi per la prima infanzia sono fondamentali per contrastare la povertà educativa. Per questo è necessario rifinanziare il Piano Nidi nazionale interrotto dal 2010 e investire le risorse europee già stanziate ma non utilizzate e garantire ai bambini e alle loro famiglie il diritto a servizi per la prima infanzia di qualità.

Illuminiamo il futuro dei bambini quando mettiamo al centro la scuola e la cultura.

Una società che non parte dalla scuola e dal sapere non dà un futuro ai bambini. Per dare loro una scuola di qualità occorre mettere in sicurezza tutti gli edifici scolastici e garantirne la buona manutenzione, promuovere il tempo pieno, valorizzare il ruolo degli insegnanti, garantire il servizio mensa gratuito per i bambini in condizione di povertà, rendere accessibili per tutti il materiale e i libri di testo.

Illuminiamo il futuro quando diventiamo comunità educante.

Non solo la scuola, ma tutti gli ambienti di vita dei bambini e dei ragazzi: le reti familiari, le realtà locali, associative, culturali sono fondamentali per lo sviluppo e la crescita dei bambini. è importante che tutte queste realtà condividano la responsabilità educativa sui bambini e facciano rete. Per dare maggiori opportunità educative vogliamo promuovere lo sviluppo di “comunità educanti” e fare in modo che vengano valorizzate tutte le risorse presenti nei diversi territori.

Illuminiamo il futuro quando incentiviamo il gioco e le attività extrascolastiche.

Tutti i bambini hanno diritto al gioco e all’accesso alle attività extrascolastiche, ma spesso molte attività quali lo sport, la musica, i campi estivi non sono accessibili ai bambini e ragazzi più in difficoltà. Per dare opportunità anche a loro e non discriminarli rispetto ai coetanei, dobbiamo promuovere il diritto di tutti i ragazzi ad avere pari accesso a questi beni educativi. Dobbiamo garantire più servizi al territorio, attivare ingressi agevolati per le strutture sportive e le iniziative culturali e artistiche.

Diamo anche noi il nostro contributo, basta davvero un piccolo gesto per regalare ad ogni bambino bisognoso la speranza di vivere un domani.

Tutte le notizie relative alla campagna “Illuminiamo il Futuro” potete trovarle sull’apposito sito cliccando qui.

Qui di seguito, invece, ecco i video di presentazione del progetto.

[Fonte: www.illuminiamoilfuturo.it]

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬

Seguite Eticamente sulla Fanpage di Facebook, su Pinterest e su Twitter e non dimenticate di iscrivervi alla newsletter!

Daniela Bella

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Daniela Bella il 14/05/2014
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655