Pizza da asporto: il cartone rilascia l’inchiostro

Chi di noi, talvolta, non decide di farsi arrivare a casa la pizza?

Dopo aver letto questo articolo la prossima volta ci penseremo un pò prima di chiamare la pizzeria.

Gli inchiostri sui cartoni usati per confezionare le pizze possono finire sopra alla nostra cena. E la probabilità aumenta quando i cartoni sono composti da carta riciclata. Questo fenomeno accade a causa dell’elevata temperatura che fa migrare l’inchiostro del cartone sul cibo.

E’ quello che accadde anni fa con pasta e riso: in quel caso la contaminazione tra cibo e idrocarburi era stata accertata e proprio per questo motivo si consigliava un doppio imballaggio al fine di non far entrare in contatto il cibo con quelle sostanze tossiche.

Sul sito di Terra Nuova si legge:” Oekotest, la rivista di consumo tedesca che ogni mese documenta diversi test di laboratorio, ha rinvenuto la presenza di sostanze nocive in quantità preoccupanti nelle pizze cotte e confezionate al volo nei ben noti cartoni. Il problema si verifica soprattutto nei cartoni in carta riciclata e viene accentuato dalla temperatura elevata che accelera la trasmigrazione di oli minerali nei cibi. La carta riciclata, come è risaputo, può contenere oli minerali, derivati dagli inchiostri dei giornali e dei periodici stampati, che quindi possono venire a contatto dei cibi contenuti: pizza, pasta, riso, cereali, crackers, biscotti e via dicendo. Gli effetti sulla salute sono ancora poco chiari, ma gettano in un clima di incertezza il consumatore, che soprattutto in Italia ricorre spesso al take away in pizzeria”.

C’è da dire che la carta riciclata non viene utilizzata per le confezioni delle pizze d’asporto ma alcuni cartoni possono averne dei residui perchè creati attraverso dei processi che utilizzano carta riciclata.

Bel problema! E ora che si fa?

 

Fonte: http://www.aamterranuova.it

 

Dott.ssa Elena Bernabè

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Dott.ssa Elena Bernabè il 24/04/2012
Categoria/e: Notizie, Primo piano.

Responsabile della redazione. Laureata in psicologia, appassionata di tematiche ambientali, animaliste ed equosolidali. Assetata di verità e disposta a tutto per ottenerla. Ama scrivere e creare in tutte le sue forme

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655