Wonderbag: La Borsa per Cucinare

E’ una tecnica che si conosce da secoli, praticamente da quando l’uomo ha scoperto la cottura, permette di risparmiare combustibile, sia che sia gas, energia elettrica o legna.

Quando il cibo raggiunge il punto di ebollizione si prende la pentola e la si chiude in un pacco, o la si sotterra o la si mette in cesti con coperte e spugne o foglie di banano per mantenere il calore e proseguire la cottura lenta.

Sarah Collins, un’imprenditrice sudafricana, ha ideato la  Wonderbag, una borsa ecologica che riproduce questa tecnica di cottura lenta, e la vende con uno slogan interessante: “uno lo compri e l’altro lo regali” nel senso che ogni qual volta che una di queste borse viene acquistata, una viene regalata a qualche famiglia del Sudafrica a basso reddito, in modo da aiutarla a cucinare lontano dalle fiamme vive, tanto pericolose quanto dannose per la salute, risparmiando soldi ma soprattutto risparmiandosi la fatica di procurarsi la legna per la cottura dei cibi.

I tempi di cottura diventano inevitabilmente più lunghi, ma in questo modo non c’è rischio di bruciarli o che si attacchino al fondo, così si riducono anche gli sprechi, che nel nostro mondo, voglio dire, non ci facciamo troppo caso, ma in Africa un piatto di cibo bruciato è un pasto saltato.

La wonderbag è grande, quindi a volte l’acquisto salta, inoltre questo metodo di cottura lento non è per tutti, chi lavora magari non ha tempo per cucinare così a lungo, ma l’idea seppur minima di una cucina a basso impatto ambientale, e che aiuta anche un’altra famiglia dall’altra parte del mondo, ha fatto si che la wonderbag abbia realizzato un record di vendite.

E come se questi vantaggi non bastassero, la Wonderbag viene prodotta interamente in Sudafrica,crenado posti di lavoro in un paese dove la disoccupazione è molto alta. I materiali utilizzati sono riciclati, l’azienda preleva il polistirolo da una ditta che lo butta via e lo ricicla, così riduce anche gli scarti che finirebbero in discarica.

Un altro aspetto per il quale vale la pena spendere 50 dollari per una wonderbag è la diminuzione dell’abbattimento degli alberi per procurarsi la legna da ardere.

[Fonte Wonderbag.com]

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬
Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici?

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente su Pinterest e su Twitter e non dimenticate di iscrivervi alla newsletter, presto tantissime novità!!

 

Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 09/05/2014
Categoria/e: Notizie, Primo piano.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655