11 spunti Montessori per i più piccoli

“Il bambino non è più considerato come un essere senza forza,quasi un recipiente vuoto da riempire della nostra saggezza,ma come l’essere che, guidato da un maestro interiore, lavora infaticabilmente in gioia e felicità, secondo un preciso programma, alla costruzione di quella meraviglia della natura che è l’Uomo.”

“Noi insegnanti possiamo soltanto aiutare l’opera già compiuta come i servitori aiutano il padrone. Diventeremo allora testimoni dello sviluppo dell’animo umano.”

“Il bambino è costruttore dell’uomo e non esiste uomo che non sia stato formato dal bambino che egli era una volta.”

Montessori-neonato2

Queste le parole di Maria Montessori ne “La mente del bambino”.

Inutile dire come tali dichiarazioni all’epoca suscitarono grande clamore, ma supportate dalle osservazioni nelle scuole della stessa Montessori, venne loro dato un grande valore.

Il bambino ha in sè tutte le risposte. Guidato dal maestro interiore interprete dei periodi sensitivi fa sì che la mente assorbente possa compiere il suo straordinario lavoro di “Assorbire” l’ambiente e farne sua “carne viva”.

Si potrebbe dire che l’uomo è come un oggetto fabbricato a mano: ognuno è diverso dall’altro, ognuno ha un proprio spirito creatore, che ne fa un’opera d’arte della natura.

Nelle sue dichiarazioni Maria Montessori fa riferimento alle insegnanti chiedendo di rimanere spettatori di tale opera poichè l’intervento dell’adulto è un ostacolo che si frappone tra il mondo e il bambino e non un aiuto. L’aiuto che le insegnanti possono offrire al bambino avviene attraverso la preparazione dell’ambiente.

A tal proposito è bene conoscere le fasi di sviluppo dei bambini, i periodi sensitivi, in modo da poter preparare un ambiente adatto a stimolare l’innata curiosità dei bambini verso una data attività.

periodi-sensitivi

Nei bambini molto piccoli, per esempio, la comprensione di essere una persona, un’entità separata dalla madre, è una tappa fondamentale. Iniziare a conoscere il mondo attraverso gli oggetti quotidiani fa parte di un processo di crescita dal quale non possiamo prescindere. E’ per loro fonte di esperienza di vita tutto ciò che ha a che fare con i sensi. L’attivazione degli stessi accompagnati dall’uso della mano è fondamentale per lo sviluppo dell’intelligenza.

Vi propongo ora alcune “dritte ” pratiche per aiutare questi processi in bambini molto piccoli (dai 6 ai 12 mesi circa):

Nella stanza del neonato non dovrebbero mai mancare questi 11 spunti Montessori per i più piccoli:

1- un tappetone morbido, che rappresenta non solo uno spazio dove adagiare il neonato, ma anche e soprattutto uno spazio definito che gli dice: “questo è il tuo spazio e lì ci sono i tuoi lavori”;

tappettone-neonato

2- uno specchio fisso al muro, nel quale il bambino possa specchiarsi, osservare il suo viso, i suoi tratti, iniziare a riconoscersi come entità unica, vedere la madre accanto a sè;

Immagine by www.lacasanellaprateria.com

Immagine by www.lacasanellaprateria.com

3- una palla di facile prensione, che oltre ad una funzione esplorativa contiene in sè anche lo scopo di favorire l’analisi del comportamento motorio di un oggetto;

palla montessori

Immagine by montessoriacasa.com

4- i sonagli, che possono venire acquistati o creati, semplicemente utilizzando calzini, o sacchetti di stoffa pieni di oggetti (sassolini, carta stagnola, plastica, legumi e tutto ciò che la fantasia ci suggerisce),sviluppano la coordinazione motoria, la libertà di scelta,un primo approccio alla musicalità;

sonagli-bambini

5- il cestino degli strumenti musicali, che aiutano lo sviluppo dell’udito, il nesso causa-effetto (tocco l’oggetto e lo stesso emette un suono), stimolano la musicalità e il senso del ritmo e la manualità della mano;

cestino-strumenti-musicali

6- il cestino dei tesori: un’invenzione della Goldshmied poi rivista dalla stessa Montessori, il cestino dei tesori è davvero un lavoro prezioso. Occorre solamente un cestino e oggetti di vita quotidiana (inizialmente 6/8 oggetti che devono venire cambiati a ritmi di circa 2/3 settimane ed aumentati a mano a mano che il bimbo cresce), oggetti che il bambino possa manipolare facilmente, portare alla bocca ed esplorare. E’ un’attività che coinvolge i 5 sensi: tatto, olfatto, vista, gusto, udito;

cestino-tesori1

7- oggetti di origine naturale: pigne, conchiglie, castagne, pietre di fiume, spugne naturali, gusci di noce di cocco;

composit cestino naturali

Immagine by www.vitazerotre.com

8- oggetti di materiali naturali: gomitoli di cotone, sottopentola in paglia, pennelli da barba, spazzolino da denti, pettini in legno, spazzole in setole naturali;

Immagine by www.vitazerotre.com

Immagine by www.vitazerotre.com

9- oggetti di legno come sonaglini, mollette da bucato, anelli delle tende, cucchiai; 

spunti-montessoriani-bambini-piccoli

immagine by www.vitazerotre.com

10- oggetti di metallo come mazzi di chiavi, catenelle, fruste da cucina, pentolini, scatole dei sigari, coperchi dei vasetti di marmellata, piccole grattugie, formine per biscotti, tappo da vasca con catenella;

composit cestino metallo

11- oggetti in ecopelle, tessuto, gomma, pelo: piumino per cipria, pezzi di tubi di gomma, palla da tennis, borsette in ecopelle con cerniera, pacchettini ben cuciti di tessuto con lavanda, timo, chiodi di garofano.

Immagine by www.vitazerotre.com

Immagine by www.vitazerotre.com

Augurandovi un buon inizio lavoro con i vostri piccoli creatori di Uomini, vi saluto!

Al prossimo Articolo Montessoriano! 🙂

Educatrice Manuela Griso

Educatrice Manuela Griso

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Educatrice Manuela Griso il 28/10/2014
Categoria/e: Primo piano, Vivere Montessori.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655