Quando una Mamma Decide di non Arrendersi [Video]

Questa è la storia incredibile di una madre che ha completamente ignorato quello che dicevano gli esperti di suo figlio e che buttò via l’etichetta che era stata “appiccicata” su di lui. Questa donna ha seguito il suo istinto con risultati sorprendenti.

Questa è la storia della potenza dell’amore e del coraggio di fronte ad ostacoli schiaccianti, e delle possibilità straordinarie che possono verificarsi quando si impara a sfruttare il vero potenziale che si trova all’interno di ogni bambino, e in ognuno di noi.

Al figlio di Kristine Barnett, Jacob, fu diagnosticato l’autismo all’età di 2 anni, e medici hanno detto che non avrebbe mai potuto parlare. Lei così iniziò a cercare speciali programmi di formazione e terapie volte ad affrontare i suoi limiti. Quando gli insegnanti le hanno detto che non c’era speranza, lei si ribellò e intraprese la sua strada.

“Un sacco di gente ha pensato che avessi perso la testa”

Invece di concentrarsi sui limiti di Jacob, Kristine ha nutrito i suoi interessi. Ora il suo figlio di 15 anni è sulla buona strada per vincere un premio Nobel per il suo lavoro nel campo della fisica teorica.

Basandosi sulle intuizioni ha sviluppato una sorta scuola in casa, Kristine ha deliberatamente scelto di seguire la “scintilla” di Jacob e quindi i suoi interessi. Perché concentrarsi su ciò che non poteva fare? Perché non concentrarsi su quello che poteva? Questa filosofia, insieme con la sua fede nel potere del gioco infantile, ha aiutato suo figlio crescere in modo incredibile.

“Gli piacevano i comportamenti ripetitivi. Avrebbe giocato con un bicchiere e guardato la luce, rigirandolo per ore e ore. Invece di portarglielo via, gli ho dato 50 bicchieri, riempiti con acqua a diversi livelli e glieli ho lasciati esplorare. L’ho circondato con quello che amava.”

Più lei faceva, più ha funzionato. Poi una notte Jacob parlò.

“Era come la musica … perché tutti avevano detto che era una cosa impossibile. Io lo mettevo a letto in ogni sera e gli dicevo, ‘Buonanotte, piccolo Jacob, tu sei il mio angelo, e io ti amo molto .’ Una sera lui mi guardò dritto negli occhi e disse: ‘Night-night baby bagel.’ Credo pensasse che lo chiamavo bagel! “

Jacob adesso è uno studente di fisica teorica presso l’Istituto Perimeter di Waterloo, Ontario, con un QI superiore a quello di Einstein.

Kristine racconta l’incredibile viaggio di suo figlio e le sue innovazioni nel suo libro “The Spark: A Mother’s Story of Nurturing, Genius, and Autism.”

Quando lei parla con altre mamme che hanno figli autistici, con ADHD, con disturbi dell’apprendimento o altre disabilità, lei spiega:

“E ‘molto importante che quando si ha una etichetta, non si lasci che sia l’etichetta a definirci. Quali sono le cose buone dei vostri figli? Siano quelle a definirli. Creare motivazioni che li lascino apprendere. Lasciare che perseguano ciò che amano. ”

“Come genitori, sappiamo nei nostri cuori ciò di cui i nostri bambini hanno bisogno, e abbiamo bisogno di credere anche un po’ di più in loro. Anche se questo va contro quello che dicono gli altri. “

Questo è quello che ha fatto una donna, una mamma che non si è arresa e che ha guardato fuori dagli schemi, si è messa in gioco e ha veramente aiutato suo figlio staccandogli di dosso quell’etichetta che i medici gli avevano “appiccicato” addosso.

Come già detto Jacob ha un QI superiore a quello di Einstein, una memoria fotografica e ha imparato a calcolare in due settimane. A nove anni ha iniziato a lavorare su una teoria di astrofisica che gli esperti ritengono possa un giorno metterlo in lizza per il Premio Nobel, e all’età di dodici anni è diventato ricercatore pagato in fisica quantistica.

La storia di Jake Barnett contiene una perla di saggezza per ogni genitore.  

Potrebbe interessarti anche -> Basta Etichette Psichiatriche ai Bambini

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬
Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici?

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente su Pinterest e su Twitter e non dimenticate di iscrivervi alla newsletter, presto tantissime novità!!


Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 31/03/2014
Categoria/e: Notizie, Primo piano, Video.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655