Yosemite National Park: l’incredibile spettacolo della naura

Il sublime è un privilegio della natura e dei sentimenti ad essa legati, è la proiezione della nostra infinita immanenza e della piccolezza che ci contraddistingue all’interno di questo enorme, complicato e meraviglioso globo terrestre.

Credo con convinzione che non ci sia  modo migliore per insegnare il rispetto per l’ambiente che mostrarne l’incanto. Ci sono luoghi della terra il cui fascino, kantianamente sublime, incute rispetto e crea soggezione, la bellezza e l’armonia sono, a mio parere, la miglior scuola per l’animo e per la mente e credo che sarebbe molto più utile mostrare, anche nelle scuole, la bellezza della natura piuttosto che le conseguenze catastrofiche di molte azioni umane, credo che sarebbe opportuno partire dal bello per arrivare al rispetto, credo che sia fondamentale far vedere sempre il prima ed il dopo, mostrare cosa sarebbe l’ambiente che ci circonda se lo rispettassimo di più  e per questo oggi ho scelto scelto di parlarvi di com’era uno dei parchi pi belli del mondo: lo Yosemite National Park, di com’era prima che un incendio devastante lo colpisse, un incendio che ha devastato un’area delle dimensioni della città di Chicago, distruggendo una varietà infinita di piante ed animali e provocando un danno irrimediabile per la biodiversità.

Lo Yosemite National Park si trova negli Stati Uniti, in California a ridosso della catena montuosa della Sierra Nevada ed è stato dichiarato parco nazionale il 25 settembre del 1890. La quantità di aere incontaminate è sorprendente, ma quello che lo rende davvero speciale è il connubio tra acqua e terra che sembrano sposarsi in un tripudio di colori e vegetazione, ruscelli, laghi, cascate, circondati da una vegetazione rigogliosa, potente ed antica, la Grizzly Giant, la più antica sequoia del parco (situata nell’area di Mariposa Groove e dichiarata patrimonio dell’umanità nel 1984) ha più di 2000 anni ed è una “casa” di 96 metri di altezza dove abita un’infinita varietà di animali e di piante ospiti.

Un altro esempio di quel sublime a cui facevamo riferimento poco sopra sono le Yosemite Falls, che rappresentano un muro d’acqua di 730 metri e El Capitan, un’antica roccia granitica di 900 metri considerata sacra dai nativi americani.

Il video che segue è un timelapse del parco, un memento continuo sulla bellezza che ci circonda, un possibile strumento di meditazione, uno spunto per materiale didattico, un quadro della vita meravigliosa che brulica tra terra ed acqua a nostro dispetto ed a dispetto di tutte le azioni che potremmo compiere per danneggiarla.

Vi lascio con il video e con una citazione che amo: “C’è un piacere nei boschi senza sentieri,c’è un’estasi sulla spiaggia desolata, c’è vita, laddove nessuno s’intromette,accanto al mare profondo, e alla musica del suo sciabordare:non è ch’io ami di meno l’uomo, ma la Natura di più.” George Gordon Byron, Il pellegrinaggio del giovane Aroldo, 1812/18

Buona visione:

Yosemite HD II from Project Yosemite on Vimeo

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬

Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici?

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente su Pinterest e suTwitter e non dimenticate di iscrivervi alla newsletter, presto tantissime novità!!

 

Jordana Pagliarani

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Jordana Pagliarani il 24/03/2014
Categoria/e: Ambiente, Primo piano.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655