Parlamento Europeo: approvato il caricabatterie universale

Il Parlamento Europeo ha approvato un aggiornamento delle leggi sulle apparecchiature radio, compresi telefoni cellulari, telecomandi apri-auto e modem, dove si richiede lo sviluppo di un caricabatterie universale per tutti i telefoni cellulari venduti nell’UE (Unione Europea).

L’obiettivo di questa operazione è quello di ridurre i costi di produzione, sprechi e di aumentare la compatibilità di vari dispositivi che possiedono gli utenti.

Gli Stati dell’UE hanno due anni per rivedere e aggiornare le proprie leggi, mentre ai produttori viene concesso un anno di tempo per conformarsi alle nuove direttive, riguardanti non solo i dispositivi mobili, ma anche i ricevitori GPS/Galileo e i dispositivi di apertura delle portiere delle automobili.

La relatrice del parlamento europeo, Barbara Weiler (S&D, DE), ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “l’incompatibilità dei caricabatterie attuali è un incubo ed un vero inconveniente per i consumatori. Le nuove direttive determinano la fine di questo incubo, e rappresentano una buona notizia anche per l’ambiente dal momento che si traducono in una consistente riduzione di rifiuti elettronici. La legislazione modernizzata sulle apparecchiature radio è uno strumento efficace per evitare interferenze tra diversi dispositivi radio. Sono particolarmente lieta che abbiamo concordato l’introduzione di un caricabatterie comune. Ciò accomuna sia gli interessi dei consumatori sia dell’ambiente. Il caricabatterie comune metterà fine al caos e ridurrà le 51 mila tonnellate annue di rifiuti elettronici”.

Alcune società in Europa, come Apple e Nokia, utilizzano già un caricabatterie universale affidandosi solitamente a soluzioni proprietarie non concerni alle direttive rilasciate oggi giorno dal Parlamento Europeo e proposte dalla Commissione Europea.

Pertanto stando a quanto riportano le nuove regole sulle apparecchiature radio, tutti gli importatori, produttori e distributori dovranno seguire delle regole unificate per tutti i nuovi dispositivi radio distribuiti nell’UE.

Il Vice Presidente della Commissione Europea, Antonio Tajani, per giunta Commissario per l’industria e l’imprenditoria, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “il voto di oggi getta le basi per continuare la crescita e l’innovazione nel settore delle comunicazioni mobili. Il settore continua a mostrare enormi potenzialità. Comunicazioni wireless rapide e affidabili sono essenziali per l’attuale rivoluzione nel settore manifatturiero, dei servizi, dell’istruzione, dell’intrattenimento e praticamente in tutti gli aspetti della vita.”.

Tajani inoltre sostiene che le nuove norme consentiranno di introdurre un caricatore universale per i cellulari e i dispositivi similari. Si tratta di un’ottima notizia sia per i cittadini che per l’ambiente.

E voi cosa ne pensate dell’approvazione di queste norme?

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬
Seguite Eticamente sulla Fanpage di Facebook, su Pinterest e su Twitter e non dimenticate di iscrivervi alla newsletter!

[Fonte: www.helpconsumatori.it]

 

Luigia Bruccoleri

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Luigia Bruccoleri il 16/03/2014
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655