Ambiente, la nave cisterna incagliata a Siracusa ha uno squarcio di venti metri

Mentre gli occhi degli italiani erano puntati sull’Isola del Ciglio e sui danni che la nave Costa Concordia avesse arrecato all’ambiente circostante, ecco che un’altra brutta tegola ci colpisce in testa. A causa del maltempo che sta imperversando in Sicilia una nave cisterna, la Gelso M, si è incagliata al largo di Siracusa di fronte a Santa Panagia. La brutta notizia però è arrivata poco fa visto che, secondo quanto riferito da fonti locali della Capitaneria, l”impatto con gli scogli ha provocato una squarcio di circa venti metri sullo scafo. La presenza di un doppio scafo dovrebbe rendere difficile l’ingresso di acqua a bordo ma le cattive condizioni meteo-marine non permettono nemmeno le operazioni di recupero delle 300 tonnellate di carburante e forse i lavori potranno iniziare solo domani o mercoledì.

La nave, che ora ha un’inclinazione di circa 40-45 gradi, viene monitorata costantemente mentre noi non possiamo far altro che sperare che un altro disastro si abbatta sul nostro martoriato ambiente.

 

Piera Scalise

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Piera Scalise il 12/03/2012
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655