Eccoci di nuovo a parlare di vivisezione e chi può farlo meglio della LAV?P Nei week-end del 17–18 e del 24-25 marzo 2012 l’associazione chiederà a Governo e Parlamento, attraverso due raccolte-firme nelle principali piazze italiane, emendamenti rigorosi al recepimento della Direttiva 2010/63UE sulla vivisezione e lo stop definitivo ai test cosmetici su animali.

E’ impensabile il numero di 900 mila animali mandati ai laboratori italiani e il numero di 12 milioni (12.000.000 si scrive con 6 zeri… scritto in cifre fa più effetto) solamente in europa, inimmaginabile è il numero mondiale di animali uccisi, seviziati, mutilati e chissà cos’altro.

La LAV ha proposto degli emendamenti nei quali i temi più importanti sono gli esperimenti in deroga (test su cani, gatti, primati, senza anestesia), il divieto d’allevamento di animali “da laboratorio” e  l’implementazione dei metodi alternativi. Se questi passassero, ed entro il 10 Novembre il Parlamento è tenuto ad apportare le modifiche alla normativa vigente, nel nostro paese sicuramente si potrebbe dire di aver fatto passi da gigante nel diminuire la vivisezione.

L’altra firma richiesta è per eliminare definitivamente i test cosmetici su animali: previsto a partire dal 2013 ma che rischia di essere posticipato di almeno altri dieci anni se non si interviene.

La biologa Michela Kuan, responsabile LAV settore Vivisezione dichiara: “Pratiche cruente, in conflitto con gli obiettivi di salute, sicurezza ed efficacia che la ricerca dovrebbe sempre garantire e che i cittadini devono esigere ma che possono essere stroncate da un orientamento responsabile e partecipato dei consumatori: firmare le due petizioni della LAV ci aiuterà a salvare e migliorare la vita di milioni di animali, a raggiungere il traguardo di una ricerca sostenibile e all’avanguardia fondata sui metodi alternativi. Ogni giorno, inoltre, è possibile preferire ottimi cosmetici aderenti allo standard “stop ai test su animali”, certificati da ICEA per LAV: per scoprire quali sono le aziende di cosmetici che non sacrificano animali si può consultare la Guida al non testato”.

Inoltre, nei week-end del 17–18 e del 24-25 marzo 2012 sarà possibile sostenere questa campagna portando a casa le uova di Pasqua della LAV, realizzate in cioccolato equo-solidale.

Scopri qual è la piazza più vicina e “mettici la firma”!