Come Risparmiare Soldi e Corrente Elettrica [Video]

E’ incredibile ma vero, sembra una frase fatta adatta all’occorrenza ma è proprio vero con questo metodo si riescono a risparmiare parecchi kilowatt all’anno, tanto che sulla bolletta si può vedere un risparmio di circa 100-150 euro all’anno.

Il video è tratto da una puntata di Report andata in onda su Rai Tre un po’ di tempo fa, ma sembra che in molti non l’abbiano vista o presa in considerazione come un vero e propio metodo di risparmio…

E’ vero, in un anno 100 euro non sono tantissimi, ma in questo periodo di crisi anche 100 euro tornano utili, che so ci si può regalare una cena fuori!

Ma vediamo come hanno fatto a verificare l’effettivo risparmio e qual’è il metodo usato.

Gli operatori di Report hanno chiesto a tre famiglie di fare da cavie per l’esperimento senza rinunciare a nulla ovviamente, altrimenti non avrebbe avuto senso. Per quaranta giorni il consumo elettrico è stato monitorato attraverso degli apparecchi (tester) che misurano l’assorbimento elettrico di tutto quello che viene collegato ad essi attraverso delle “ciabatte” ovvero le classiche basette multipresa.

Secondo la legge di Ohm il consumo è calcolato con questa formula W=V*I cioè tensione*corrente, ma non ci sono da fare calcoli particolari, questi tester utilizzati dai ragazzi di Report danno direttamente il consumo in watt.

Ora per quaranta giorni tutto è collegato a queste macchinette che misurano quanta corrente viene assorbita… e passato il periodo vengono confrontati questi dati con la bolletta e il periodo di riferimento corrispondente.

Con grande sorpresa di tutti, in 40 giorni, più del 15% è stato risparmiato sul consumo…. Ma come hanno fatto?

E’ proprio qui che sta il “trucchetto“, collegando tutti gli apparecchi ad una “ciabatta”, alla sera o comunque quando si è finito di utilizzare gli apparecchi collegati a quelle prese,  deve venire spenta la basetta, o staccata direttamente dalla presa a muro. In questo modo, e solo in questo, gli apparecchi smettono di consumare corrente.

L’esempio lampante lo fanno vedere collegando un solo stereo ad un tester, ad apparecchio acceso questo assorbe 35W, spegnendolo dal suo interruttore dovrebbe smettere di assorbire energia, o almeno ridursi di molto lasciando un piccolissimo consumo che serve alle lucine dei led, o degli schermi a cristalli liquidi di rimanere accesi… eppure la lettura sul tester è chiara… 26 Watt.

Acceso 35 – Spento 26.mica tanta differenza.

Per questo motivo è importante staccare proprio la presa degli elettrodomestici quando non vengono usati e soprattutto di quelli che hanno lucine o scritte illuminate perchè non è vero che consumano poco niente… anzi.

Ma vediamolo direttamente dal video.

E’ importante quindi cercare di spegnere tutto in casa quando non viene usato, perché la corrente elettrica costa cara e c’è sempre più richiesta di energia tanto che si pensa sempre alla possibilità di una centrale nucleare per far fronte alla sempre maggiore richiesta, ma se tutti imparassero a staccare e spegnere per bene gli apparecchi elettrici, forse ci sarebbe un risparmio tale da poter distribuire l’energia i modo migliore senza che non ci sia più la necessità di installare nuove centrali.

 

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬
Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici?

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente su Pinterest e su Twitter

Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 26/02/2014
Categoria/e: Notizie, Primo piano.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655