Uganda: i gay saranno puniti con l’ergastolo. Il discorso shock del presidente

Ieri il presidente dell’Uganda, Yoweri Museveni, ha firmato una legge a dir poco incredibile ai nostri occhi: gli omosessuali d’ora in poi potranno essere puniti con l’ergastolo.

La motivazione alla base di questa presa di posizione è che secondo un team di scienziati importanti ugandesi l’essere gay non è una condizione genetica poichè non esistono prove a favore di questa tesi.

Questa legge contro l’omosessualità era stata approvata in Parlamento già a dicembre dello scorso anno: addirittura allora si pensava alla pena di morte, poi modificata in ergastolo. Le persone omosessuali dovranno essere denunciate e se continueranno a vivere come tali saranno punite con il carcere a vita.

Questa legge che ai nostri occhi appare come un profondo passo indietro in realtà rispecchia la situazione di molti paesi africani che vietano e puniscono l’omosessualità.

Il mondo, dinnanzi a questa forte presa di posizione, ha reagito protestando.

Ecco il discorso scioccante del presidente dell’Uganda pubblicato da Repubblica.it:

Dott.ssa Elena Bernabè

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Dott.ssa Elena Bernabè il 25/02/2014
Categoria/e: Anteprima, Notizie.

Responsabile della redazione. Laureata in psicologia, appassionata di tematiche ambientali, animaliste ed equosolidali. Assetata di verità e disposta a tutto per ottenerla. Ama scrivere e creare in tutte le sue forme

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655