Sono splendide le modelle sulle copertine dei giornali, gambe lunghissime, pelle perfetta, occhi da cerbiatta, pancia piatta, caviglie sottili… insomma sembra proprio che a queste donne sia stato riservato un trattamento migliore… e hai voglia a dire “si ma loro non fanno niente“, “si ma loro hanno i personal trainer“, “si ma loro…”… Si ma loro hanno dei fotografi e dei grafici eccezionali altro ché!!!

E questo video lo dimostra chiaramente… Parte da una donna come tante, normale, senza le gambe chilometriche, senza la vita da vespa, carina come tante, con un costume rosso, capelli a caschetto e messa in posa per una foto, una di quelle che probabilmente finirà su qualche copertina di qualche rivista patinata…

Questa qui sotto nella foto insomma…

Ok la posizione c’è, ora manca un po’ di trucco e parrucco, e a questo punto interviene l’assistente a conciare i capelli, aggiungere extensions, truccare il viso e sistemare la posa… E il risultato è già decisamente diverso…

Seppur molto bella non potrebbe ancora apparire sulla copertina patinata di una rivista di moda… allora viene scattata la foto e passata ad un abile grafico che a colpi di pennello digitale ritocca, allunga, schiarisce, ingrandisce, riduce… fa diventare questa normalissima donna una sorta di Barbie preconfezionata… e questo è quello che troveremo sul giornale…

Però che cambiamento eh?? Eppure era una donna normale… ora è… boh… finta?? Ma soprattutto chi è??

Guardate il video e poi riflettete su quanto sia distorta la bellezza così come il nostro occhio la percepisce.

La clip, creata per GlobalDemocracy.com, è stata realizzata grazie a Mike Annese (fotografo), Emma Hack (capelli e trucco), Tim Piper da Piro (direttore), Sally Gifford (la modella). Lo scopo principale di questo video è di sensibilizzare gli inserzionisti e le aziende e censurare coloro che utilizzano modelli (uomini e donne) che pesano meno dell’85% del loro peso corporeo ideale.

Questo è uno dei motivi maggiori che causano l’anoressia nel 70% delle donne cui, in media, sono almeno l’85% sotto peso. Le ragazze si confrontano con queste donne, pensando che l’immagine corporea ideale sia questa.

E questo standard promosso dalla pubblicità è un fattore che contribuisce a disturbi alimentari in tutto il mondo e dovrebbe essere illegale assumere giovani donne come modelle a meno che non soddisfino questo requisito di salute: che abbiamo almeno l’85% del loro peso corporeo ideale (BMI, rapporto tra peso e altezza).

Inoltre GlobalDemocracy chiede che il foto ritocco debba essere scoraggiato e su ogni foto dovrebbe essere ben chiaro che il corpo della modella è stato manipolato attraverso la computer grafica, un semplice passo nella direzione giusta per affrontare i danni che le pubblicità e la moda stanno causando.

Stessa cosa per il volto, le modelle non sono tutte perfette come appaiono, ma c’è un gran lavoro di artisti del computer dietro, guardate per esempio questo cartellone pubblicitario della Dove come è stato realizzato…

[Fonte GlobalDemocracy.com]

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬
Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici?

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente su Pinterest e su Twitter