Ricetta del vivere bene: 11 ingredienti necessari

Vivere bene: si ma come?

C’è un modo di dire anglofono che suona così: Work Smarter, Not Harder, che in italiano sarebbe un po’ come dire lavora velocemente/efficacemente non lavorare duro. In questo momento globale in cui la maggior parte di noi non ha tempo per fermarsi e si fa inghiottire dagli impegni, questa affermazione sembra un nonsense, ma non è così.

trappola-tempoInfatti qui non si suggerisce di fermarsi ed allontanarsi dalla società, ritirandosi dal mondo per intraprendere una scelta di vita radicale, al di fuori del contesto, ma si propongono delle indicazioni per riuscire ad ottimizzare al meglio il nostro tempo e aumentare la nostra qualità di vita, per riuscire a vivere bene!

Il messaggio che arriva quotidianamente dalla società lascia intendere che più siamo impegnati in una super attiva busy life, più possiamo considerarci persone realizzate e soddisfatte, ma al contrario se ci fermiamo davvero ad osservare come stanno le cose, possiamo sentire/capire che l’ansia e l’insoddisfazione derivano proprio dalla mancanza di tempo. Per riuscire a migliorare la nostra qualità di vita potremmo iniziare a gestire il tempo in modo ottimale, ecco come!

11 ingredienti del vivere bene

1. Dai priorità alle cose più urgenti e terminale per prime

2. Impara a dire no, elemento essenziale per migliorare la nostra qualità di vita ed il rapporto con noi stessi

3. Dormi 7 /8 ore in modo da poter essere riposato, ovvero, non sacrificare il sonno immolandolo all’altare dello stress

4. Lavora senza disperderti, vivi nel presente e dedica la tua attenzione al lavoro eliminando elementi di disturbo e di distrazione che poi allungherebbero i tempi lavorativi

5. Decidi quando iniziare ed inizia

6. Non permettere ai dettagli secondari di rubare il tuo tempo

7. Diventa cosciente di quanto tempo ti viene tolto da internet, televisione e varie ed usa questi mezzi di comunicazione con consapevolezza

8. Cerca di non interrompere il tuo lavoro

9. Pensa una cosa per volta

10.  Non sovraccaricarti di lavoro e non sacrificare il tuo tempo libero

11. Agisci con calma e non rinunciare alla quiete interiore

vivere-bene

Sembra facile e scontato, ma non lo è, non lo è perché si vive troppo poco nel presente e si pensa troppo ad arrivare a fine mese, scordandoci che del domani “non v’è certezza“.

Programmare, affannarsi, stressarsi non cambierà l’immanenza e l’imprevedibilità della vita stessa, i metodi di controllo del caso o caos come più vi piace chiamarlo, hanno avuto come unico risultato quello di creare un sistema sociale vittima delle sue stesse esigenze, un sistema che non premia chi è calmo, consapevole e felice, ma esalta chi rincorre la vita come il Bianconiglio di Alice nel paese delle Meraviglie, ma infondo tra il Bianconiglio ed i protagonisti di Aspettando Godot non c’è poi tanta differenza, vivere nell’attesa e rincorrere il tempo sono due facce opposte della stessa medaglia, quel che davvero cambia le cose è la consapevolezza del tempo e della sua immanenza.

 

Jordana Pagliarani

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Jordana Pagliarani il 22/02/2014
Categoria/e: Primo piano, Rassegna Etica.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655