La situazione per i dipendenti Fivit Colombotto di Collegno non è rosea, sono ben ottantadue i posti di lavoro che sono stati cancellati e quindi ottantadue capifamiglia che si ritrovano senza lavoro, con la famiglia da mandare avanti. L’azienda, che da anni produce viti e bulloni per auto ed elettrodomestici, è stata acquisita nel 2003 dal gruppo lombardo Agrati, il quale ha deciso di di sospendere le attività.

I lavoratori sono allibiti, nessun sospetto dell’imminente chiusura anzi dichiarano che l’azienda “non conosca cassa integrazione da 5 anni e abbia numerose commesse“.

E così per aiutare i loro papà sono i bambini a prendere in mano la situazione, anche se in realtà quello che prendono in mano è una matita e un foglio di carta e li usano per chiedere aiuto per i loro papà con una serie di disegni che esprimono l’angoscia per sè e per le proprie famiglie, chiedendo che la ditta Agrati ci ripensi e non chiuda la fabbrica.

I lavori sono stati anche raccolti in un video diffuso su YouTube e su Facebook, aperto da una frase: “Visto che voi agite senza cuore, noi bambini vi mostriamo, con semplici e spontanei gesti, che i nostri genitori non sono numeri ma persone circondate da famiglie che soffrono per difendere il loro diritto al lavoro“.

Guardate questi disegni quanto sono commoventi…

[Fonte LaRpubblica.it]

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬
Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici?

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente su Pinterest e su Twitter