Una casa da 180 euro è possibile

Un professore/agricoltore britannico ha costruito una “casa verde” per soli 180 euro. La casa dei sogni, quella che chiunqe ha un animo green vorrebbe, quella a costo basso e resa massima, quella perfettamente integrata nell’ambiente circostante, da non aver nulla da invidiare a Frank Lloid Wright in tema d’ armonia (certo si parla di altre dimensioni e materiali).


L’intento del geniale e talentuoso “architetto” britannico era quello di dimostrare che è possibile, che è ancora possibile, costruire una casa su misura per le nostre esigenze senza dover ricorrere alle banche, senza doversi incanalare nella strada senza fine dei mutui e dei prestiti, è possibile avere una casa senza dover ipotecare per sempre la stessa ed il proprio futuro, con una spesa inferiore a 200 euro quest’uomo ha costruito la casa che potete vedere nelle immagini.
Michael Buck,il professore 59 enne, proprietario ed artefice di questa casa che farebbe invidia agli elfi, ha usato un mix di sabbia, argilla e sterco di vacca come legante per il legno ed il truciolato che hanno fatto da materia prima insieme alla paglia usata per rivestire ed isolare il tutto. Per i rivestimenti più importanti ha utilizzato delle parti di una vecchia casa colonica abbandonata, riciclo edilizio che frutterebbe alquanto nelle nostre città e campagne, se solo ci soffermassimo a pensare a quanti cantieri dismessi e case abbandonate ci sono, un paradosso delle moderne strutture l assolutamente inaccettabile, considerata l’emergenza abitativa in cui ci troviamo.


Per le finestre Buck ha utilizzato materiali presi da un vecchio camion abbandonato e per l’impianto elettrico si è rifatto, ovviamente, ad una soluzione rinnovabile, ha costruito delle pale di legno che sfruttano l’acqua di un torrente vicino per un semplice e funzionante impianto idroelettrico.Una versione “pozzetto” di una grotta serve per conservare il cibo e tenerlo fresco.

Secondo Buck vale davvero la pena mangiare meno cibo confezionato e quindi rigorosamente refrigerato, per poter smettere di lavorare al solo scopo di pagare il mutuo che serve a tener in piedi la casa che non ci godiamo perché non abbiamo abbastanza tempo, perché quel tempo lo investiamo in un circolo vizioso da cui non riusciamo ad uscire.

La soluzione di Buck, oltre ad essere, a mio parere, davvero confortevole e bella, è la dimostrazione di come si possa decidere di cambiare le cose di non assecondare la corrente, ma di crearne una nuova, libera, rigenerante.

“Siamo fatti della stessa sostanza di cui sono fatti i sogni e la nostra vita e’ circondata dal sonno” William Shakespeare

[Photo by: lesmoutonsenrages.fr]

 

 

Jordana Pagliarani

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Jordana Pagliarani il 18/02/2014
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655