L’automobile che vorrei

Se potessi farei volentieri a meno dell’automobile, preferirei viaggiare solo se necessario, viaggiare con mezzi di trasporto, viaggiare meglio, vivere in posti così belli ed accoglienti da preferire un libro ad un viaggio… torniamo alla realtà!

Ecco l’automobile che vorrei.

L’automobile che vorrei dovrebbe essere un mezzo di trasporto comodo, spazioso, economico e soprattutto sicuro. Potenza e look sono secondari.

Il concetto è che l’automobile dovrebbe servire per viaggiare in sicurezza: una buona automobile è quella che mi porta a destinazione senza rischio per me e per gli altri utilizzatori della strada.

Prendendo come riferimento un’utilitaria, appetibile a tutti, elenchiamo quali dovrebbero essere gli strumenti obbligatori dell’allestimento base per garantire vera sicurezza all’automobilista.

ALLESTIMENTO PER LA SICUREZZA:

– Ottimo impianto frenante

Sensori di distanza che impediscano di avvicinarsi troppo alla macchina che ci precede in base alla velocità di crociera

Sensori che regolano la velocità in base ai limiti di velocità della strada che si sta percorrendo (tramite GPS in caso di strade mappate o tramite sensori interattivi applicati alla segnaletica stradale sulle strade). Facciamo un esempio: entro in paese, arrivo al cartello che segnala 50Km/h come limite, i sensori attivi sull’auto recepiscono l’informazione e regolano la velocità di crociera. Appena esco dal paese, al segnale che stabilisce la fine del limite la velocità può salire fino al nuovo limite stradale. In caso di copertura GPS, il tutto sarebbe automatico.

Sensori di usura degli pneumatici che inibiscano la guida oltre certe velocità in caso di battistrada usurato e segnalino il pericolo

Sensori per la partenza in sicurezza ai semafori o agli stop, potrebbero inibire la partenza degli automezzi in caso di semaforo rosso o di mezzo proveniente a velocità e distanza pericolosa dalla strada sulla quale ci si vuole immettere

La tecnologia attuale permette la mappatura di tutte le strade esistenti con relativi limiti, quindi col GPS l’automobile avrebbe tutte le informazioni per la regolazione della velocità.

Inoltre anche la segnaletica stradale potrebbe diventare interattiva elettronicamente con gli autoveicoli.

Le multe per eccesso di velocità, i rallentatori per le strade, i passaggi a semaforo rosso, le uscite pericolose dagli incroci, molti incidenti e molte vite umane… tutti questi “costi” e problemi potrebbero essere risolti allestendo le automobili e le strade perchè i viaggi siano veramente sicuri.

Diego Loro

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Diego Loro il 22/02/2012
Categoria/e: Angolo delle Idee, Primo piano, Tecnologia.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655