Come trovare lavoro: ecco qualche pratico e utile consiglio

Immagine da: www.edudemic.com

Oggigiorno trovare un lavoro, in tempi duri come questi, è una missione davvero difficile. Avere un lavoro che ci gratifichi dal punto di vista professionale e ci soddisfi da quello economico, poi, qualcosa di ancora più complicato.

Ma da qualche parte bisogna pur cominciare, benchè qualcuno viva questa ricerca come un “disagio” e venga investito da un imbarazzo e da una difficoltà tale da non gli permettergli di destreggiarsi come dovrebbe nella ricerca di una lavoro.

Per chiunque voglia imbattersi in questo “duro compito”, dunque, vogliamo dare qualche consiglio pratico con alcune linee guida per aiutarvi a muovervi con più facilità e con più ordine nella ricerca di un lavoro.

Anzitutto va stilato un buon Curriculum Vitae, che sarà il vostro primo biglietto da visita e la sintesi delle vostre esperienze di studio e lavorative. Un buon Curriculum Vitae deve essere il più possibile chiaro e sintetico, e deve esporre in maniera onesta e completa i vostri percorsi di studio, la vostra formazione personale e ogni genere di esperienza lavorativa vissuta, ma anche le vostre capacità e competenze personali e, ove possibile, anche i vostri hobby e le vostre passioni, così da dare un quadro più completo della persona che ci si trova di fronte.

Un altro fondamentale strumento da tenere in considerazione sono i Centri per l’Impiego, che si interpongono tra chi offre il lavoro e chi lo cerca. Prima di iscriversi, però, è indispensabile sapere quale tipo di impiego si stia cercando.

Immagine da: www.gazzettadellavoro.com

Per chi avesse le idee poco chiare e confuse, molti di questi centri dispongono di operatori che offrono un servizio di orientamento, aiutando il candidato a trovare l’impiego più consono a lui a seconda del proprio percorso di studi, delle proprie esperienze e delle proprie capacità. Questi operatori, inoltre, possono anche fornire bandi per concorsi pubblici e altre informazioni utili al fine di trovare un lavoro.

Gli indirizzi dei Centri per l’Impiego generalmente sono elencati sui siti delle province. In alternativa è possibile chiedere informazioni anche all’URP (Ufficio Relazioni col Pubblico) provinciale.

Anzitutto per trovare lavoro è importante consultare gli annunci che trovate sui giornali, ma ponete molta attenzione alle offerte di lavoro proposte e a quanto richiesto.

Per gli annunci, inoltre, sfruttate anche la grande risorsa offerta dal web: internet, infatti, è oggigiorno un’importante strumento per trovare lavoro, consente di risparmiare tempo e risorse, e ci offre una più vasta panoramica delle possibili offerte di lavoro.

Sono molteplici i siti internet dedicati proprio a questo tipo di annunci, inoltre molte delle grandi aziende e delle grandi catene di distribuzione offrono lavoro tramite il proprio sito web.

Anche i bandi dei concorsi pubblici si trovano spesso online e, inoltre, oggigiorno sono molti i concorsi che prevedono l’iscrizione tramite il web.

Ma non limitatevi solo a questo. Per cogliere al volo ogni opportunità possibile, telefonate alle aziende che potrebbero fare al caso vostro: se un responsabile del personale vi dice che non c’è lavoro per voi, chiedetegli se ha consigli da darvi o contatti da passarvi.

Cogliete ogni occasione per chiedere anche ad amici, parenti e conoscenti, così che possano aiutarvi a scoprire le offerte non pubblicizzate. Molto importante è anche il passaparola: se frequentate posti di ritrovo, palestre, associazioni o qualunque altro ritrovo sociale, sia esso fisico o virtuale, non abbiate timore nel chiedere se qualcuno è a conoscenza di opportunità lavorative. Fissate appuntamenti e fatevi conoscere.

So bene che di questi tempi è qualcosa difficile da dire, ma non siate troppo esigenti: ogni opportunità di lavoro può essere davvero preziosa, per cui cercate di adattarvi e di non lasciarvi sfuggire dei lavori anche più umili e semplici. Essere troppo selettivi, di questi tempi, non vi porterà da nessuna parte.

Anche se vi siete laureati con il massimo dei voti, non storcete il naso di fronte ad un lavoro più umile, poichè dovete guardare questa situazione da un’altra prospettiva: questo potrebbe infatti rappresentare un’ottima opportunità per il vostro futuro professionale, e vi aiuterà a maturare quell’esperienza che magari vi manca.

Sono molteplici, infatti, le offerte di lavoro che recitano la frase “Con un certo numero di anni di esperienza”. E spesso la domanda sorge spontanea: “Come faccio a farmi assumere per un lavoro che richiede anni di esperienza lavorativa, se tutti o quasi recitano la stessa sigla? Come faccio ad accumulare esperienza se nessuno mi permette di cominciare?

Sembra una situazione paradossale, lo sappiamo bene, ma non impossibile da superare. Proprio per questo motivo non dovete lasciarvi sfuggire ogni opportunità che vi viene messa a disposizione per maturare quell’esperienza di cui avete bisogno.

Immagine da: salestraininganddevelopment.com

Un’altra cosa da non sottovalutare, inoltre, sono gli stage. Sono molti i giovani italiani che iniziano la propria carriera lavorativa proprio a partire da un’ esperienza lavorativa non retribuita in un’azienda: se la paga è un aspetto motivazionale da tenere in considerazione, infatti, un buon ambiente lavorativo ricco di stimoli può appagare altrettanto.

Fare degli stage, anche gratuiti, è la mossa più intelligente per avere un trampolino di lancio verso l’inserimento in un’azienda. Un’opportunità del genere vi da’ la possibilità di vivere in prima persona il mondo del lavoro: capire come funziona un’azienda e provare a lavorare seriamente in un circuito ben affermato e circondati da persone con un buon bagaglio d’esperienza, infatti, sono fattori che aumentano la vostra esperienza personale e che vanno ad arricchire il vostro curriculum.

Da non sottovalutare, inoltre, il colloquio di lavoro. Per fare bella figura è importante arrivare ben preparati e con un abbigliamento consono: due cose, queste, che in un primo momento aiuteranno a fornire informazioni sulla vostra persona e sulla cura che avete per voi stessi.

Cercate di arrivare al colloquio con un leggero anticipo e raccogliete un po’ di informazioni utili sull’azienda per la quale vi state proponendo.

Non lasciatevi prendere dal panico e non lasciate al nervosismo di prendere il sopravvento: mostratevi sicuri di voi stessi, non perdete di vista quali sono i requisiti richiesti e quali sono le vostre competenze, mostrate entusiasmo ed interessamento, ponendo, qualora necessario, le giuste domande, e rispondete con decisione, onestà e coerenza a quelle che vengono poste a voi. Non si tratta di un esame, ma di un semplice colloquio con una persona che non vi è nemica e che vi tratterà con rispetto se voi ne dimostrate altrettanto: essere voi stessi sarà il vostro primo punto di forza.

Tenete ben presente che il primo vero lavoro per ottenere successo è quello che va fatto su voi stessi, sopratutto da un punto di vista mentale, per capire in maniera chiara cosa si vuole davvero, cosa si ha da offrire e cosa si sta cercando: avere una visione dettagliata del proprio obiettivo, infatti, aiuta la persona a raggiungerlo con molta più facilità e determinazione.

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

Daniela Bella

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Daniela Bella il 30/01/2014
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655