Questo corto della Walt Disney è ambientato a Manhattan negli anni 40. George, il protagonista è alla fermata del treno che aspetta e qui incontra Meg. Una folata di vento truffaldina fa volare un foglio di George sul viso di Meg che lascia su di esso l’impronta di un bacio involontario.

Da qui inizia una bizzarra storia d’amore fatta di fogli a forma di aeroplanini.

George è al lavoro quando nota dalla sua finestra Meg in un ufficio nel palazzo di fronte, per attirare la sua attenzione creerà degli aeroplani di carta con le pratiche lavorative. Non riesce nel suo intento neppure con l’ultimo foglio, quello col bacio…

George vede Meg tornare a casa e si precipita fuori per cercare di raggiungerla… Inutile dire che non ci riesce. Ma ecco che la magia di cui solo Disney è capace entra nel filmato e da vita a tutti i suoi aeroplanini. George viene ricoperto e “invitato” a prendere un treno.

Meg a sua volta ha trovato l’aeroplanino col bacio che la porta alla stessa fermata di George…. Sguardi dolci e complici, una felicità velata dall’imbarazzo e un finale durante i titoli di coda che vede i due ragazzi seduti ad un bar che chiacchierano amorevolmente.

Nel 2013 questo cortometraggio vince l’Oscar come Migliore Cortometraggio d’Animazione

Regia: John Kahrs
Produttore: Kristina Reed
Produttore esecutivo: John Lasseter
Musiche: Christophe Beck

Sito ufficiale –> disneyanimation.com

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬
Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici?

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente su Pinterest e su Twitter