Denti: Come Prendersene Cura nel Migliore dei Modi

Avere una corretta igiene orale è fondamentale per una vita sana, partendo soprattutto dal fatto che il mal di denti è considerato uno dei mali peggiori e meno sopportati dall’uomo. Ma oltre al dolore vero e proprio, ci sono diverse malattie legate ad una scorretta igiene dentale, addirittura uno studio scozzese che ha coinvolto oltre 11.000 tra uomini e donne, ha trovato un legame tra igiene orale e malattie cardiache.

Photo by jdurham Morguefile.com

La dottoressa Judy O’Sullivan della British Hearth Foundation ha inoltre spiegato che: “una buona igiene personale è un elemento fondamentale di uno stile di vita sano, ma se si vuole davvero aiutare il proprio cuore occorre seguire una dieta equilibrata, bandire le sigarette e svolgere attività fisica in modo costante e continuativo“.

E per una corretta igiene orale ci sono tre cose fondamentali da saper usare: lo spazzolino, il filo interdentale e il collutorio.

Lo spazzolino

Photo by cohdra Morguefile.com

Questo piccolo strumento con un manico e delle setole è fondamentale per mantenere i denti in buono stato, quindi anche lui deve esserlo, non per niente è consigliabile sostituirlo ogni 3 mesi. Basti pensare che il primo spazzolino della storia è stato datato 3000 a.C., era un bastone da masticare costituito da un ramoscello con un finale sfilacciato. Mentre lo spazzolino da denti come lo conosciamo noi oggi e cioè con un manico e le setole perpendicolari ad esso, fu inventato  dai cinesi nel 1490. E il primo spazzolino con le setole in nylon fu prodotto da DuPont e messo in vendita il 24 febbraio 1938.

Photo by clarita Morguefile.com

La durezza delle setole va scelta in base alle proprie esigenze ma anche in base ai legami culturali, per esempio i cinesi usano uno spazzolino in legno con le setole morbidissime, quasi un pennello. Ma in linea di massima uno spazzolino con le setole di durezza media è la scelta migliore se non ci sono patologie che necessitato di altri tipi di setole. Per esempio dopo un intervento o un’estrazione sarebbe meglio massaggiare le gengive con delle setole morbide, mentre i ponti o i denti ricostruiti non patiscono se spazzolati con setole più dure. In linea generale lo spazzolino non deve irritare le gengive ma deve essere in grado di rimuovere bene la placca.

Una corretta igiene orale andrebbe fatta dopo ogni pasto, anche piccolo, e dovrebbe durare almeno tre minuti. Potete adottare un sistema originale per controllare questo, soprattutto se avete bambini in casa che spesso e volentieri passano lo spazzolino velocemente sui denti senza curarsene più di tanto: cercate una clessidra che duri all’incirca tre minuti, prendete una ventosa e fissatela con un nastro al centro della clessidra, ora appiccicate la clessidra allo specchio del bagno sopra il lavandino dove di solito vi lavate i denti. Vi basterà girarla quando cominciate a spazzolarvi i denti e avrete un tempo corretto quando tutta la sabbia sarà scesa!

Lo spazzolino va usato insieme ad un dentifricio, ce ne sono di naturali che trovate in erboristeria, ce ne sono con il fluoro per chi abita in posti dove l’acqua non ne contiene a sufficienza, ce ne sono di sbiancanti, di desensibilizzanti, alla menta, alla frutta… insomma per tutti i gusti, l’importante è usarne non troppo…

Qui trovate consigli per un’igiene orale tutta al naturale –> http://www.eticamente.net/20446/per-una-igiene-orale-tutta-naturale.html

Detto questo per vedere come va utilizzato questo video è molto ben fatto, e spiega bene i vari passaggi da effettuare.

Ricordatevi che lo spazzolino usato correttamente previene fastidiosi disturbi come carie, gengiviti, tartaro e anche infezioni batteriche, tenetelo pulito, asciugatelo dopo l’uso e non riponetelo, soprattutto se ancora bagnato, dentro un porta-spazzolini, è il miglio modo per far sviluppare batteri che poi finiscono nella bocca!

Photo by biberta Morguefile.com

 

Il filo interdentale

Il filo interdentale è un altro strumento molto importante per la pulizia del cavo orale. Alcuni dentisti ne consigliano l’uso prima dello spazzolino in modo da rimuovere cibo e placca negli interstizi così che lo spazzolino riesca poi a pulire meglio. Mentre altri dentisti consigliano di usarlo dopo la spazzolatura in modo da dare il “tocco” finale e non irritare la gengiva.

Di sicuro però o prima o dopo va usato ad ogni lavaggio.

Ci sono diversi tipi di filo interdentale, cerato, non cerato, floss, con fluoro, alla menta e poi ci sono gli scovolini o il filo in archetti, la scelta è prettamente personale e varia anche in base alla sensibilità della gengiva o allo spazio tra i denti. Inoltre bisogna fare attenzione a dei segnali chiari che da l’uso del filo… per esempio se passando tra un dente specifico, il filo si dovesse ripetutamente rompere potrebbe essere sintomo di una carie che taglia il filo. Ricordatevi di usare sempre una parte di filo pulita quando vi sostate tra un dente e l’altro ed evitate di sfilarlo, potrebbe aggrovigliarsi e vi assicuro non è piacevole.

Nel video seguente tutte le indicazioni per utilizzarlo al meglio.

 

Il collutorio

Il primo riferimento ad un collutorio nella storia risale al 2.700 a.C. nella medicina cinese.  Un collutorio fatto in casa è quello a base di acqua e sale (meglio se sale Himalaiano o sale rosa) ed è ottimo soprattutto dopo interventi o estrazioni, basta sciogliere un cucchiaino di sale in una tazza di acqua tiepita e sciacquare bene.

Comunque in commercio ci sono diversi tipi di collutorio sia antisettici che anti-placca, con gusti diversi, con o senza alcool, alcuni con la clorexidina, altri a base di oli essenziali. In ogni caso va usato dopo essersi lavati bene i denti e aver passato il filo interdentale, un po’ per disinfettare le micro abrasioni prodotte dallo sfregamento, un po’ per rimuovere i resti della placca staccati dallo spazzolino, e di sicuro contribuisce a dare all’alito un profumo fresco e piacevole.

Quindi spazzolino, filo interdentale e colluttorio sono i tre strumenti per avere un sorriso perfetto e una salute di ferro!!

 

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬
Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici?

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente su Pinterest e su Twitter

 

Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 28/01/2014
Categoria/e: Notizie, Primo piano.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655