Analisi psicologica del film “Friends with Money”, con Jennifer Aniston

“Friends with Money” è un film del 2006, scritto e girato da Nicole Holofcener. Tra le protagoniste l’attrice Jennifer Aniston che interpreta Olivia.

Tutto il film gira intorno alla vita di quattro amiche: Olivia è l’amica squattrinata che ha lasciato il suo lavoro di insegnante per fare la domestica e pulire le case degli altri, Franny non lavora ma ha grandi possibilità economiche, è sposata e ha due figli, Christine, anch’essa ricca, è sposata e ha un bambino ma il suo matrimonio è in un momento di profonda crisi ed infine c’è Jane, sposata e con un bambino, alle prese con una difficile gestione delle proprie emozioni e un marito un pò particolare.

Una commedia davvero piacevole che riesce a toccare, per un motivo o per un altro, l’animo di ogni telespettatore.

Come ogni buon film che si rispetti, grazie ad una lettura più attenta si possono scorgere dinamiche psicologiche davvero interessanti. Io vi consiglio di guardare il film, se ancora non lo avete visto, e solo dopo continuare nella lettura di questa analisi: in questo modo la vostra visione personale non verrà influenzata e potrete trovare qui nuovi spunti di riflessione. Se poi vi va di arricchire con il vostro punto di vista questa analisi ne sarò ben lieta.

Christine lavora in casa insieme a suo marito: scrivono uno di fronte all’altro un libro a 4 mani. Insieme sempre, ogni singolo momento della giornata. Ma in realtà sono lontani anni luce. Decidono di ampliare casa costruendo un secondo piano molto alto per poter da lassù ammirare l’oceano. Vivono di superficialità ed entrambi non riescono ad entrare in contatto l’uno con l’altra. Nel momento in cui provano ad essere autentici crolla tutto: la loro unione basata sull’accomodante inerzia sentimentale sbotta al minimo indispensabile confronto.

Jane per tutto il film è acida, facilmente irritabile, aggressiva. Suo marito, al contrario, è dolce, calmo, un pò effeminato, forse troppo delicato. Jane esprime l’aggressività di entrambi e dato che suo marito tiene così tanto all’aspetto fisico lei, quasi per ripicca, fa il contrario decidendo di non volersi più lavare i capelli e apparendo un pò trasandata. Solo quando il marito la rimprovera facendo uscire un pò di aggressività allora lei cambia atteggiamento: inizia a lavarsi i capelli, si veste in modo femminile, capisce che può non fare la parte dell’uomo.

Olivia non riesce ad avere una relazione sentimentale sana: piuttosto di stare da sola preferisce “comprarsi” un fidanzato. E’ disposta a tutto per stare con qualcuno: donare metà del suo guadagno, rendersi ridicola travestendosi con un abito da domestica sexy, fare l’amore in modo meccanico e senza sentimenti. Poi alla fine trova una persona come lei e forse insieme riusciranno ad essere autentici…

Franny è l’amica più ricca di tutte. Lei è mamma, donna e moglie appagata. L’amica che tutti invidiano… non perchè possiede tanti soldi ma perchè è riuscita a costruirsi un mondo equilibrato.

Un film davvero ben creato che vuole far intenderci che i soldi non fanno la differenza, ciò che invece è importante è l’autenticità!

 

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰

Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici?

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente su Pinterest e su Twitter

Dott.ssa Elena Bernabè

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Dott.ssa Elena Bernabè il 27/01/2014
Categoria/e: Primo piano, Rassegna Etica.

Responsabile della redazione. Laureata in psicologia, appassionata di tematiche ambientali, animaliste ed equosolidali. Assetata di verità e disposta a tutto per ottenerla. Ama scrivere e creare in tutte le sue forme

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655