Randagismo: aumentano gli abbandoni

cani randagiUltimamente il fenomeno del randagismo è sempre più in crescita. Ciò è dovuto principalmente a due cause: gli abbandoni sempre più frequenti e politiche inadeguate per far fronte al problema!

Gli abbandoni sembra siano dovuti in parte alla crisi economica che sovrasta la penisola italiana: le famiglie, infatti, non riescono a sostenere le spese dei prodotti alimentari per gli animali e nemmeno quelle altissime per le cure veterinarie. Lasciare il proprio cane al canile, poi, sembra un’impresa poichè questi luoghi adibiti agli animali abbandonati risultano essere affollatissimi e non in grado di accettare tutte le richieste che arrivano.

L’abbandono è una soluzione davvero ingiusta ma preferita da molte persone, purtroppo!

Vi è poi la difficoltà delle associazioni che si occupano dei diritti e della tutela degli animali che in questo periodo devono far fronte a tagli economici molto rilevanti e che quindi possono far ben poco per il fenomeno del randagismo! Anche i nostri comuni, a causa delle riduzioni delle entrate, sono costretti ad abbandonare oppure a diminuire le attività per la prevenzione del randagismo!

Abbandonando i nostri amici a 4 zampe, soprattutto nelle aree più povere del paese, contribuiamo a far accrescere il numero di randagi che si uniscono tra loro formando una sorta di gruppo, il cosìdetto branco. All’interno di quest’ultimo i cani diventano sempre più aggressivi poichè si sentono in dovere di proteggere il proprio territorio! E di conseguenza questa aggressività viene rivolta verso altri animali ma anche verso gli uomini.

Quello del randagismo è un fenomeno da risolvere al più presto: i cani “liberi” infatti possono provocare gravi danni a sè o agli altri. Purtroppo l’uomo considera questo animale un pò come un suo oggetto… da prendere e rendere a suo piacimento! Ha creato una società nella quale non è possibile pensare alla libertà del cane e di conseguenza ha il dovere di prendersi cura di lui!

Speriamo che ognuno di noi si renda conto in fretta della responsabilità che abbiamo nei confronti dei cosìdetti “amici a 4 zampe”!

 

 

Dott.ssa Elena Bernabè

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Dott.ssa Elena Bernabè il 13/02/2012
Categoria/e: Animalismo, Notizie, Primo piano.

Responsabile della redazione. Laureata in psicologia, appassionata di tematiche ambientali, animaliste ed equosolidali. Assetata di verità e disposta a tutto per ottenerla. Ama scrivere e creare in tutte le sue forme

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655