Emergenza neve anche all’Isola del Giglio dove, dopo 20 anni, arriva la neve anche lungo il litorale e questo ferma, ancora una volta, i lavori sulla Nave della Costa Concordia.

Le operazioni preliminari riguardante l’estrazione del carburante dal relitto della Costa Concordia sono state rimandate e anche i collegamenti con l’isola sono stati sospesi.  Questo mette sempre più a rischio la situazione ambientale e l’ecosistema attorno alla nave che, non solo per via del carburante, è sempre più a rischio. Se il maltempo e il mare grosso continueranno a ostacolare le operazioni di recupero del carburante, ai detriti e alle altre sostanze inquinanti che si sono riversate già in mare, potrebbe aggiungersi anche il petrolio che mettere ko il nostro mare e non solo intorno all’isola.

Non ci resta che attendere i primi miglioramenti che dovrebbero arrivare non prima di domenica pomeriggio.