Talvolta la spesa diventa uno dei rischi principali per lo spreco di denaro, soprattutto quando viene fatta in fretta e furia o quando si entra nel supermercato più vicino per risparmiare tempo.

La maggior parte delle volte riempiamo il carrello lasciandoci guidare dalla fretta, dalla comodità di preparazione, da abitudini oppure dalla pubblicità e dalle speciali offerte. Quante volte vi è capitata una situazione simile?

Oggi giorno i ritmi di vita sono inarrestabili ma quello degli acquisti alimentari deve diventare un vero e proprio momento prezioso in cui bisogna saper gestire il proprio benessere. Pensate che il risparmio in un anno, facendo la spesa in modo informato, raggiunge quasi i 1.500 euro.

Il risparmio sulla spesa è davvero possibile, basta scegliere i prodotti giusti: si è visto poi che i prodotti più economici spesso hanno anche una qualità abbastanza soddisfacente.

Questo dato lo afferma un’inchiesta svolta in ben 907 punti vendita di 68 città in tutta Italia. Pistoia è la città che, in media, è più conveniente: qui in un anno una famiglia spende 5.876 euro. Per quanto riguarda invece le città più care rientrano: Ragusa, Messina, Sassari, Siracusa, Reggio Calabria e Aosta.

Secondo l’Istat, rispetto al 2012, la spesa fatta dai cittadini italiani non ha subito alcun cambiamento. Ciò è dovuto allestrategie di contenimento dalle famiglie per far fronte al continuo aumento dei prezzi: la maggior parte delle persone infatti ha ridotto sia qualità che la quantità dei generi alimentari acquistati.

Dunque scegliere in modo informato il punto vendita può davvero fare la differenza: per trovare il supermercato meno caro nella tua città clicca qui.

[Fonte contenuto e immagine: www.altroconsumo.it]