Riconoscere la Freschezza Della Passata di Pomodoro: Ecco Come

Quando compriamo prodotti confezionati come pasta, riso, latte e tutti gli altri generi alimentari la prima cosa che guardiamo è la data di scadenza: quanto tempo abbiamo per consumarli? Ma quello che in pochi guardano è la data di produzione: quella sigla che si trova sulla confezione ma che non tutti sanno come “decifrare”. Sapere quando è stato prodotto quella pasta o quel riso è importante per farci comprendere quanto il prodotto è fresco!

Ecco allora un piccolo consiglio per riuscire ad acquistare in modo consapevole. Prendiamo come esempio la passata di pomodoro!

Fino al 2013 le aziende erano obbligate ad inserire sulla confezione il codice che fornisce la data di produzione. Esso è formato da lettere e numeri:

  • una lettera che indica l’anno di produzione: il 2012 è indicato con la M. il 2011 è indicato con una E e il 2010 con la lettera  N.
  • Un numero, che va da 1 a 365, che indica il giorno di produzione (1 equivale al 1 gennaio, il 365 al 31 dicembre). Quindi se avete acquistato una bottiglia con un numero che va da 200 e 280, vuol dire che è stata prodotta tra luglio e settembre, nel momento migliore per la raccolta dei pomodori.

Se il numero è antecedente, vuol dire che i pomodori utilizzati sono stati raccolti in un momento diverso e che sono stati conservati per essere trattati posticipatamente.

Dal 2013 invece le cose sono purtroppo cambiate: non vi è più l’obbligo di inserire sulla confezione queste preziose informazioni. Un’azienda può decidere se farlo o meno. Il 2013 viene indicato con la lettera H ma può esserci o meno il periodo dell’effettiva produzione (così prezioso per il consumatore informato e consapevole!).

Noi vi consigliamo di preferire le aziende che puntano sulla trasparenza del loro prodotto e che continueranno ad indicarne il periodo di produzione.

[Fonte contenuto ed immagine :altroconsumo.it]

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰

Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici?

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente su Pinterest e su Twitter

Marina Cau

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Marina Cau il 20/01/2014
Categoria/e: Notizie.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655